Dove si trova il codice di sicurezza Postepay? Guida rapida

Codice di sicurezza della Postepay: dov’è e perché è così importante. Di seguito saprete dove si trova e per quale ragione è così importante.

Dove si trova il codice di sicurezza Postepay? Guida rapida

Dove si trova il codice di sicurezza dalla Postepay? Domanda che tutti ci siamo posti almeno una volta nella vita, quando abbiamo dovuto effettuare pagamenti online o operazioni verso altre banche.
Ogni volta ci siamo così trovati a navigare in internet e a cercare “dove si trova il cvv della Postepay” o “dove trovo il cvv”.

Proprio per questo abbiamo deciso di spiegare con chiarezza dove si trova il codice di sicurezza della Postepay e di spiegare a cosa serve questo codice.
Il codice di sicurezza Postepay (o codice cvv) è presente su tutte le carte di credito del circuito Visa, Visa Electron e Mastercard, ed è necessario per eseguire pagamenti ed altre operazioni bancarie.

Dove si trova il codice di sicurezza sulla Postepay?

Il codice di sicurezza Postepay, detto anche codice cvv, è un numero composto da tre cifre, che si trova su tutte le carte di credito appartenenti al circuito Mastercard, Visa e Visa Electron, mentre è assente nel circuito Maestro e nelle carte di debito V-Pay.

Come si può vedere anche dall’immagine, il cvv sono le ultime 3 cifre del codice che si trova sul retro della propria Postepay. Mentre molte carte hanno i soli 3 numeri del cvv, la Postepay ne ha una stringa più lunga e di questa dovrete prendere solo gli ultimi 3 e inserirli dove vi viene richiesto.

Le tre cifre (ad esempio 123) corrispondono proprio al codice di sicurezza Postepay, che vi servirà per effettuare qualsiasi pagamento o transazione online, ma non per le operazioni di ricarica del credito.
Per la Postepay Evolution il problema invece non si pone, dal momento che sul retro troverete solo quel codice.

Cos’è il codice di sicurezza Postepay?

Facciamo un piccolo passo indietro: vi siete mai chiesti cos’è e a cosa serve il codice di sicurezza Postepay? In cosa differisce dal codice PIN? Conoscere l’esatta funzione di tali codici è importante per fiutare al volo eventuali tentativi di truffa, ma soprattutto per non lasciare, anche solo per errore, informazioni e dati sensibili in giro.

Innanzitutto, distinguiamo il codice di sicurezza Postepay dal codice PIN: mentre quest’ultimo è un numero composto da cinque cifre, e va inserito quando la carta è presente, ovvero al bancomat (ad esempio per prelevare dallo sportello Postamat) o nei negozi, il primo è formato da sole tre cifre, e viene richiesto soltanto per le operazioni online.

Ecco un’altra importante differenza tra il codice di sicurezza Postepay e il codice PIN: il codice di sicurezza o cvv si trova stampato (non in rilievo!) sulla carta stessa, mentre il codice PIN viene fornito insieme ai documenti che identificano la carta (nominativo del proprietario, nome della banca, ecc.).

Attenzione: evitate di scrivere il codice PIN sulla carta o su un bigliettino poiché, se qualcuno trovasse queste informazioni, potrebbe eseguire tranquillamente i pagamenti, lasciandovi con il conto scoperto!

Il codice PIN, infatti, va tenuto a mente o custodito in un luogo diverso dalla carta, e soprattutto non va mai inserito sui form online: se un sito web vi chiede di digitare il PIN, state certi che si tratta di una truffa.

Il codice di sicurezza Postepay o cvv è stato introdotto in tempi relativamente recenti, come ulteriore misura di sicurezza per le operazioni telematiche: le carte Mastercard, infatti, lo utilizzano dal 1997, mentre quelle del circuito Visa dal 2001.

Quanto è sicura la Postepay?

Tantissimi utenti si domandano se queste misure di sicurezza siano realmente efficaci, o se tali sistemi presentino difetti: ebbene, se utilizzati in maniera corrette, i codici cvv e PIN sono assolutamente validi e, dunque, non dovete temere per il denaro presente sul vostro conto o sulla vostra carta.

Il codice di sicurezza Postepay, infatti, viene utilizzato per verificare che chi sta effettuando operazioni online abbia realmente la carta in suo possesso: se le tre cifre inserite non sono corrette, dunque, il versamento o la transazione viene immediatamente interrotta e bloccata.

Inoltre, Poste Italiane ha introdotto ulteriori garanzie, tra cui l’obbligo di associare un numero di cellulare alla carta Postepay: tale operazione va effettuata presso uno sportello ATM Postamat o un qualsiasi ufficio postale, e vi permetterà di ricevere direttamente sul vostro cellulare i codici temporanei necessari per eseguire, ad esempio, le ricariche telefoniche.

Ad ogni modo, vi suggeriamo di conservare con estrema attenzione i codici di sicurezza e le informazioni personali delle vostre carte, di controllare la veridicità dei siti web che utilizzate prima di inserire le tre cifre e di denunciare immediatamente lo smarrimento di dati sensibili, per evitare che qualche malintenzionato se ne appropri e li utilizzi per scopi fraudolenti.

Iscriviti alla newsletter "Risparmio e investimenti" per ricevere le news su PostePay

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.