Quali sono le migliori stablecoin

Redazione Tecnologia

14 Maggio 2022 - 10:38

condividi

Queste monete digitali sono meno volatili rispetto alle criptovalute tradizionali e possono rappresentare un investimento meno rischioso. Andiamo a scoprirle

Quali sono le migliori stablecoin

Con il termine stablecoin si indicano delle “monete” digitali ancorate a un’attività di riserva stabile, tra cui l’oro o valute come l’euro o il dollaro statunitense. Essendo meno volatili rispetto alle criptovalute più tradizionali, possono essere considerate come una via di mezzo tra quest’ultime e le monete fiat.

La, seppur, relativa stabilità delle stablecoin rende più semplice prevedere le loro oscillazioni e capire quando vale la pena investire o no (in linea di massima, il loro valore dovrebbe sempre aggirarsi attorno a un dollaro). Non bisogna però commettere l’errore di pensare che i rischi siano azzerati: anche questi crypto asset non sono immuni ai “capricci” del mercato, come dimostrato dalla recente “crollo” della moneta digitale TerraUSD.

Stablecoin: quali sono?

Le principali stablecoin ancorate a una riserva di valuta fiat sono:

  • Tether (la più conosciuta e importante);
  • TrueUSD;
  • Pax Dollar;
  • Binance USD;
  • USD Coin;
  • Stasis.

Tra le stablecoin ancorate alle criptovalute è possibile citare Dai, legata a Ethereum e piuttosto conosciuta.

Le stablecoin più particolari sono quelle algoritmiche. Come suggerisce il nome sono ancorate a un algoritmo che incrementa o riduce la loro fornitura in base al prezzo. In questo caso la volatilità delle monete digitali viene tenuta sotto controllo dai principi della legge della domanda e dell’offerta.
Tra queste vale la pena menzionare le seguenti:

  • TerraUSD;
  • Basis Cash;
  • Empty Set Dollar.

Non mancano, infine, alcune stablecoin ancorate all’oro. Ecco due esempi:

  • Digix Gold;
  • Paxos Gold.

Le migliori stablecoin

Ora che abbiamo elencato alcune delle numerose stablecoin presenti sul mercato, è arrivato il momento di provare a capire quali possono essere le migliori sulle quali investire. Prima di procedere è però opportuno ricordare che anche queste monete digitali non sono immuni a rischi e cambiamenti improvvisi. Bisogna approcciarsi con la giusta attenzione anche alle criptovalute meno volatili e fare il possibile per mantenersi aggiornati sul loro andamento.

Stasis Eurs è una delle stablecoin più apprezzate tra quelle ancorate con rapporto 1:1 all’euro, soprattutto perché rispetta dei rigidi protocolli di verifica. È protetta dalla tecnologia Ethereum e sfrutta questa blockchain per trasferire asset on-chain e off-chain. Altre stablecoin ancorate all’euro sono Synthetix EUR, Tether EUR, Celo Eur e Parallel.

Tether è la stablecoin ancorata al dollaro più famosa e può contare su dei volumi elevatissimi, che possono aggirarsi anche attorno ai 100 miliardi di dollari al giorno. Le sue transazioni sono registrate su varie blockchain, tra cui Ethereum e Tron. Può contare su un andamento piuttosto stabile, ma possono comunque verificarsi delle fluttuazioni. Negli ultimi giorni, per esempio, il valore di Tether è sceso al di sotto della parità con il dollaro, a causa di numerose richieste di riscatti arrivate. Paolo Ardoino, il cto di Tether, ha comunque dichiarato che il gruppo farà tutto il possibile per mantenere la parità con la valuta statunitense, anche a costo di vendere tutti i bond governativi Usa custoditi nelle sue riserve. Insomma, Tether continua a confermarsi una colonna portante nel settore delle stablecoin, tanto da venir utilizzata dai trader come moneta di riferimento da utilizzare per puntare sulle altre criptovalute.

Un’altra stablecoin legata al dollaro da non sottovalutare è Binance USD. Offre un ancoraggio 1:1 alla valuta statunitense e una fluttuazione media pari a 0,99-1,01 $. Può contare su una capitalizzazione di mercato di oltre 17 miliardi di dollari.

Perché acquistare le stablecoin?

Come spiegato, le stablecoin sono meno volatili rispetto a cripotvalute come Bitcoin ed Ether. Nella maggior parte dei casi il loro valore si aggira sempre attorno a un dollaro (o un Euro) e questo le rende adatte agli investimenti di lungo periodo. Con le altre criptovalute, invece, può avere più senso limitarsi a ragionare sui possibili profitti a breve termine. Inoltre, alcune stablecoin, come la già citata Stasis Eur, soddisfano dei rigidi protocolli di sicurezza, il che le rende affidabili e riduce il rischio di sorprese spiacevoli.

Negli Stati Uniti è stata anche avanzata una proposta di legge finalizzata alla regolamentazione di queste monete digitali, necessaria per inserirle in quadro legislativo ben preciso. Se tutto andrà per il verso giusto, presto anche nel resto del mondo si potrebbe assistere a delle iniziative simili.

Un altro aspetto da non sottovalutare è la maggior parte degli exchange di criptovalute non addebita alcuna commissione sulle transazioni durante lo scambio di Stablecoin. Non si può dire lo stesso per molte altre monete digitali meno stabili.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.