NoiPA, novità in arrivo: cambia l’accesso. Ecco come

Teresa Maddonni

12/02/2021

15/02/2021 - 15:25

condividi

Novità in arrivo per NoiPA perché cambiano le modalità di accesso alla piattaforma. Dal 28 febbraio sarà possibile solo con SPID o CIE. Vediamo nel dettaglio tutte le scadenze e come arrivare preparati.

NoiPA, novità in arrivo: cambia l'accesso. Ecco come

Novità in arrivo per NoiPA dal momento che cambiano le modalità di accesso al servizio online per i dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Le credenziali di accesso cui gli utenti di NoiPA sono abituati (codice fiscale) tra due settimane verranno meno e a farsi spazio dal 28 febbraio 2021 sarà SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale o in alternativa la Carta di Identità Elettronica CIE.

Si tratta di un processo, quello dell’accesso ai servizi online che cambia, che riguarda tutte le Pubbliche Amministrazioni.

Anche INPS dal 1°ottobre ha avviato il graduale passaggio, come NoiPA, da accesso con PIN a SPID; nuovi PIN infatti a partire da quella data non vengono più rilasciati. Lo stesso vale per MyANPAL e INAIL.

A comunicare la novità del cambio di accesso ai servizi online è stato già qualche mese fa NoiPA stesso con un messaggio sul sito. Vediamo come cambia il servizio e soprattutto le scadenze entro le quali arrivare pronti con SPID.

NoiPA, novità: ecco come cambia l’accesso

Cambia l’accesso su NoiPA con delle novità in arrivo che riguardano in generale la fruibilità dei servizi digitali delle Pubbliche Amministrazioni per i quali servirà lo SPID. Ma come cambia e soprattutto quali sono le tempistiche?

Come da comunicazione di fine agosto di NoiPA che ha illustrato le novità in arrivo, con il decreto Semplificazioni del 16 luglio scorso convertito nella legge n.120/2020, si vuole favorire la diffusione dei servizi pubblici in rete e semplificare quindi l’accesso da parte dei cittadini e imprese agli stessi.

NoiPA, come anche gli altri servizi pubblici, entro il 28 febbraio 2021 sarà fruibile solo attraverso l’accesso con SPID o in alternativa con CIE. Sempre entro quella data anche l’applicazione IO dovrà essere trasformata per consentire che tutti gli utenti abbiano l’accesso alla PA con SPID.

Ovviamente su NoiPA, considerando il periodo di transizione, così come avviene per le pensioni o altri servizi, l’accesso potrà avvenire ancora entro e non oltre il 30 settembre 2021 con altre credenziali.

NoiPA novità: richiedere SPID con il servizio “audio-video”

NoiPA comunica anche un’altra novità per richiedere SPID ovvero il nuovo servizio “audio-video” e lo ha fatto con un messaggio dello scorso ottobre 2020.

Si tratta di una nuova modalità di attivazione semplice e sicura di SPID necessario per accedere al servizio di NoiPA. L’importante è che l’utente che deve attivare l’identità digitale abbia un dispositivo connesso alla rete e pertanto non è neanche necessario il supporto di un operatore.

L’utente che deve richiedere SPID per accedere a NoiPA o ai servizi di altre Pubbliche Amministrazioni dovrà registrarsi sul sito di uno dei 9 identity provider abilitati al rilascio di SPID: Aruba, In.Te.S.A., InfoCert, Lepida, Namirial, Poste Italiane, Register, Sielte, TI Trust Technologies. A questo punto l’utente, come si legge nel messaggio di NoiPA deve:

  • realizzare un video in cui mostra il proprio documento di identità italiano (carta d’identità, carta d’identità elettronica, patente o passaporto) e la tessera sanitaria o, in alternativa, il tesserino del codice fiscale. A tutela del furto di identità, durante il video l’utente dovrà inoltre leggere un codice ricevuto via sms o tramite una delle app degli identity provider installata sul proprio cellulare;
  • effettuare un bonifico da un conto corrente italiano a lui intestato o cointestato, indicando nella causale un codice specifico che avrà ricevuto dall’identity provider;
  • una volta compiuti questi passaggi, le informazioni saranno verificate nel giro di pochi giorni dall’operatore che rilascerà l’identità digitale.

Con SPID, lo ricordiamo, non solo si può accedere a NoiPA e usare tutti i servizi delle Pubblicahe Amministrazioni online grazie anche a PagoPA (per pagare in modo veloce i contributi per i concorsi pubblici per esempio) e l’app IO di cui abbiamo detto, ma è anche possibile acquisire la firma remota.

L’identità SPID è la chiave di accesso anche ai servizi pubblici erogati degli stati membri dell’Unione europea che hanno aderito al nodo eIDAS.

Attraverso la guida completa di Money.it potete farvi un’idea più chiara di cosa sia SPID e come richiederlo, in modo da essere preparati per il 28 febbraio quando l’identità digitale sarà l’unico modo per accedere a NoiPA e ad altri servizi digitali pubblici, salvo la data ultima per il completamento della fase di transizione del 30 settembre 2021.

Iscriviti a Money.it