È tonfo dei mercati: che sta succedendo adesso?

I mercati oggi sono crollati (di nuovo) nel pieno dell’emergenza coronavirus. Cosa sta succedendo?

È tonfo dei mercati: che sta succedendo adesso?

I mercati oggi sono nuovamente crollati, arrivando in alcuni casi a registrare perdite a doppia cifra percentuale.

A partire dall’Asia e dall’Europa, le Borse sono tornate a scontare i timori globali legati al coronavirus e si sono inabissate.

Neanche i future americani però hanno lasciato ben sperare. Molto probabilmente per i mercati oggi questa sarà un’altra seduta da dimenticare, ma andiamo per ordine.

Mercati oggi: impatto del coronavirus fa tremare

L’epidemia partita dalla Cina tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 ha ormai contagiato più di 300.000 persone in tutto il mondo e ha contemporaneamente ucciso oltre 13.000 individui. Di questi, circa 5.000 soltanto in Italia.

I mercati oggi hanno reagito negativamente sia di fronte alla progressiva diffusione della pandemia (diventata tale all’inizio del mese) sia alla luce del suo impatto economico sempre più dirompente.

Molti Paesi sono stati costretti a introdurre vigorose restrizioni che hanno avuto conseguenze decise soprattutto dal punto di vista produttivo. Si pensi ad esempio alla quarantena italiana, all’ultimo DPCM e all’ultima ordinanza approvata.

Diversi analisti hanno tagliato le proprie stime sull’economia mondiale e questo ha ripetutamente pesato sul sentiment degli investitori che hanno iniziato a vendere qualsiasi categoria di asset, oro compreso.

Come fatto notare da Richard Yetsenga, capo economista di ANZ, l’impatto economico del coronavirus si sta palesando in tutta la sua potenza distruttiva:

“ Abbiamo sostanzialmente rivisto al ribasso le nostre previsioni di crescita del G3, con gli Stati Uniti che probabilmente registreranno la loro performance più debole dal 1946.”

E proprio le ultime notizie dagli USA non hanno certamente aiutato il recupero dei mercati oggi. Il numero dei contagiati (e delle vittime) nel Nuovo Continente è aumentato in maniera decisa, ma il Senato non è riuscito a far passare un massiccio pacchetto di fondi destinati alla lotta al coronavirus.

I future sul mercato azionario statunitense sono crollati fino a registrare perdite di oltre 5 punti percentuali.

Il tonfo delle Borse mondiali

Come sempre, le perdite dei mercati oggi sono iniziate in Asia, dove l’India è arrivata addirittura a bruciare più del 10% nella prima seduta della nuova settimana.

Non è andata tanto meglio alla Corea del Sud, che ha lasciato sul campo più del 5% verso la chiusura. Male anche la Cina, con tutti i principali indici a scambiare con rossi superiori al 2% e al 3%; l’Hang Seng ha fatto persino peggio con flessioni di oltre il 4% mentre l’SSE Composite ha ceduto più del 2%.

Voce fuori dal coro il Giappone, il cui Nikkei ha archiviato la sessione con una progressione dell’1,87% nonostante Abe abbia aperto alla possibilità di rinviare le Olimpiadi.

L’Australia e la Nuova Zelanda, infine, sono crollate come la maggior parte delle loro colleghe e hanno chiuso rispettivamente a -5,62% e -6,59%.

Poi è toccato all’Europa, letteralmente trascinata nel baratro dalle performance asiatiche. Tutti gli indici del Vecchio Continente sono affondati con rossi di oltre il 4% mentre a Piazza Affari lo spread è decollato.

Nel primo pomeriggio, la Federal Reserve USA ha annunciato a sorpresa un QE illimitato ma neanche questa decisione è riuscita a risollevare le Borse. Alcune europee hanno limato le perdite, che comunque hanno continuato a mostrarsi decise. Wall Street, invece, ha ceduto ampio terreno in avvio.

Sui mercati oggi è tornata a farsi sentire la paura degli investitori.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borse

Argomenti:

Borse Coronavirus

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.