Perché anche l’oro sta crollando?

Anche il prezzo dell’oro, bene rifugio per eccellenza, sta crollando. Ma perché?

Perché anche l'oro sta crollando?

Anche il prezzo dell’oro è stato travolto dall’ondata di vendite che ha colpito i mercati finanziari globali.

La quotazione del metallo giallo, la stessa che soltanto la scorsa settimana ha sfondato i $1.700 l’oncia, si è nuovamente inabissata sotto i $1.500.

Uno sviluppo, questo, che ha fatto riflettere. Il prezzo dell’oro tende generalmente a salire nelle fasi di estrema incertezza e questo perché la materia prima viene considerata come un bene rifugio, da detenere durante momenti particolarmente impegnativi come quello che stiamo vivendo oggi a causa del coronavirus. Ma allora perché la quotazione sta scendendo invece di salire?

Che succede al prezzo dell’oro

Dopo aver chiuso la peggiore settimana degli ultimi quattro decenni, la quotazione del metallo giallo è tornata a perdere terreno e si è riportata persino sotto i $1.500 l’oncia. Il sentiment di mercato è peggiorato e non ha risparmiato neanche il bene rifugio per eccellenza.

In generale, negli ultimi tempi il prezzo dell’oro si è trovato in mezzo a due tendenze:

  • crescente domanda di safe heaven asset;
  • necessità di vendere e fare cassa per coprire altre perdite.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, soltanto nella giornata di venerdì gli ETF sul metallo giallo hanno registrato livelli di deflussi mai così alti dal 2016.

“Siamo in uno scenario in cui gli investitori stanno vendendo tutto ciò che possono vendere”,

ha dichiarato Carlo Alberto De Casa di ActivTrades.

I mercati non hanno trovato sollievo neanche nelle ultime decisioni della Federal Reserve che ha tagliato drasticamente i tassi di interesse introducendo un nuovo maxi-QE da 700 miliardi di dollari.

Guadagni 2020 cancellati

Il 2020 è iniziato positivamente per la quotazione dell’oro, che ha salutato con mano i $1.500 e ha progressivamente guadagnato terreno. Durante la terza settimana di febbraio sono arrivati i $1.600, mentre all’inizio di marzo anche la soglia dei $1.700 è stata sfondata.

Il tutto grazie al coronavirus, che ha imposto agli investitori di gettarsi sui beni rifugio più tradizionali. Poi però le cose sono cambiate e il sell off è arrivato a coinvolgere anche il metallo prezioso.

Al momento in cui si scrive, il prezzo dell’oro sta perdendo più del 3% intorno ai $1.460 circa.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Oro (XAUUSD)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.