Beni rifugio

Un bene rifugio ha delle caratteristiche ben precise, che permettono all’investitore di avere un prodotto su cui investire nei momenti di grave crisi.
I beni rifugio infatti hanno la capacità di conservare il proprio valore nel tempo, essendo intrinseco e non soggetto a svalutazione.

Si costituisce dunque come un ottimo investimento difensivo nei periodi di incertezza o di elevata inflazione e in momenti di congiuntura particolarmente incerta.
Esempi di beni rifugio possono essere, oltre ai tradizionali oro, argento e pietre preziose, anche valute straniere che presentano limitati margini di oscillazioni.

L’oro, negli ultimi tempo, è senza dubbio il bene rifugio per eccellenza, dal momento che molti sono i trader che lo vedono come un porto di salvezza per i loro capitali.

Beni rifugio, ultimi articoli su Money.it

Oro: il calo dei rendimenti obbligazionari favorirà i prezzi

Pubblicato il 14 ottobre 2019 alle 09:00

Le quotazioni dell’oro e il valore dell’ammontare del debito a rendimento negativo hanno una stretta correlazione positiva. Anche per questo motivo, l’atteggiamento ultra-espansivo delle banche centrali potrebbe quindi continuare a favorire le quotazioni del prezioso

Per l’argento è tempo di tornare a brillare

Pubblicato il 26 agosto 2019 alle 13:53

Secondo Ned Naylor-Leyland, gestore del fondo Merian Gold & Silver di Merian Global Investors, vi sono diversi elementi che rendono particolarmente interessante il metallo grigio, in particolar modo la contrazione del rapporto oro/argento

Materie prime: oro punta ai top di aprile 2018

Pubblicato il 14 giugno 2019 alle 11:09

L’escalation della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina favorisce l’apprezzamento del bene rifugio per eccellenza, favorendo quindi l’implementazione di strategie long. Ecco i livelli da monitorare secondo l’analisi tecnica

Investitori guardano verso beni rifugio: oro al test dei 1.350 dollari l’oncia

Pubblicato il 3 giugno 2019 alle 13:07

Il sentiment dei mercati peggiora e l’oro continua ad apprezzarsi in quanto bene rifugio. Secondo Carlo Alberto De Casa, Capo analista per ActivTrades, un superamento di area 1.350-1.370 dollari l’oncia determinerebbe un segnale rialzista estremamente significativo nel lungo termine

Oro al test dei 1.300 dollari, struttura tecnica favorisce i long

Pubblicato il 14 maggio 2019 alle 12:00

Le quotazioni del metallo giallo riprendono vigore dopo la violazione di un livello dinamico. La struttura tecnica favorisce l’implementazione di strategie rialziste con target ambiziosi. Ecco i livelli da monitorare secondo l’analisi tecnica

|