Fisco in Legge di Bilancio 2022: le novità su Irpef, cartelle e bollette

Rosaria Imparato

22/12/2021

22/12/2021 - 10:50

condividi

Quali novità fiscali in arrivo con la Legge di Bilancio 2022? L’emendamento approvato contiene, tra le altre misure, interventi sulle bollette, l’Irpef a quattro aliquote e 180 giorni per pagare le cartelle.

Fisco in Legge di Bilancio 2022: le novità su Irpef, cartelle e bollette

Tante le novità fiscali in Legge di Bilancio 2022: il Senato ha approvato il maxi emendamento che cambia l’IRPEF, le bollette e anche la Riscossione, apportando però alcune modifiche dell’ultimo minuto alla manovra da 32 miliardi.

Gli interventi della Legge di Bilancio 2022 influenzeranno sia le famiglie che le imprese. Tra le misure più importanti:

  • l’IRPEF passa da cinque a quattro aliquote;
  • le famiglie potranno rateizzare le bollette in 10 quote;
  • viene rifinanziato il bonus TV, con la possibilità per gli over 70 di ricevere a casa gratis il decoder;
  • superbonus 110%: viene superato il vincolo ISEE per le villette.

Visto il calendario, l’approvazione definitiva della manovra è prevista tra Natale e capodanno. Nel frattempo, il complicato mosaico di nuovi bonus e vecchie agevolazioni assume contorni più nitidi con la presentazione di questo emendamento omnibus, che recepisce le ultime novità e decisioni prese. Di seguito, facciamo il punto della situazione con le novità fiscali in arrivo.

Nuova IRPEF con 4 aliquote e salvaguardia per i redditi bassi

Confermato il taglio IRPEF con il passaggio da cinque a quattro aliquote. L’emendamento alla Legge di Bilancio 2022 riscrive il sistema delle detrazioni e soprattutto inserisce una clausola di salvaguardia nei confronti dei redditi bassi. La nuova IRPEF ridisegna anche le detrazioni per lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati.

La struttura dell’IRPEF il passaggio a quattro scaglioni:

SCAGLIONI IRPEF 2022 REDDITO ALIQUOTE IRPEF 2022
1° scaglione fino a 15mila euro 23%
2° scaglione da 15.000 a 28mila euro 25%
3° scaglione da 28.000 a 50mila euro 35%
4° scaglione oltre i 50mila euro 43%

Il cosiddetto bonus Renzi resta per i redditi fino a 15mila euro, e in parte anche per lo scaglione successivo, quello con redditi fino a 28mila euro. Questa decisione è stata presa per evitare che il nuovo sistema di detrazioni vada a colpire questa fascia di reddito.

Bollette, le famiglie potranno pagare a rate

Si è molto parlato dei fondi stanziati contro l’aumento delle bollette in Legge di Bilancio 2022, anche perché secondo l’allarme di ARERA i rincari previsti raddoppieranno il costo finale delle utenze. Famiglie e imprese potranno pagare a rate le bollette di luce e gas in arrivo a partire dal 1° gennaio 2022 e fino ad aprile 2022. La misura, quindi, riguarda il primo quadrimestre del nuovo anno.

Inoltre, se i clienti domestici non dovessero pagare quanto dovuto, le imprese dovranno offrire un piano per pagare a rate senza interessi.

L’ARERA dovrà definire un piano per versare alle imprese gli anticipi con cui compensare le rate, rimanendo nel limite di un 1 miliardo di euro.

Stop all’IRAP e riscrittura della normativa Patent box

L’IRAP 2022non sarà dovuta “dalle persone fisiche esercenti attività commerciali, arti e professioni” dal 1° gennaio 2022 per circa 835 mila autonomi, pari al 41,2% della platea complessiva (2 milioni circa). È il dato riportato nella relazione dell’emendamento del governo alla Legge di Bilancio 2022.

Secondo le stime la misura vale poco più di 1,2 miliardi all’anno dal 2023, mentre poco più di 1 miliardo nel 2022. Per quanto riguarda il patent box, la deduzione sale al 110% ed è cumulabile con i crediti r&s.

Rifinanziato il bonus TV con la manovra 2022

Il bonus tv e decoder viene rifinanziato in Legge di Bilancio con 68 milioni. Le modalità per accedere al bonus sono le stesse, ma viene introdotta un’agevolazione per gli over 70: quelli con redditi da pensione non superiori a 20mila euro annui, potranno ottenere il decoder direttamente nella propria abitazione.

Le novità per i lavori in casa in Legge di Bilancio 2022

Il pacchetto dei bonus casa viene prorogato, in generale, al 31 dicembre 2024. Le novità più importanti da segnalare sono le seguenti:

  • il tetto di spesa massimo per il bonus mobili sarà di 10.000 euro nel 2022, per poi dimezzarsi nel 2023 e nel 2024;
  • la detrazione del bonus facciate scenderà, nel 2022, dal 90 al 60%;
  • viene superato il vincolo ISEE per le villette per accedere al superbonus 110%.

Cartelle, pagamenti in 180 giorni


Più tempo per pagare le cartelle notificate dal 1° gennaio al 31 marzo 2022: grazie a un accordo con la Riscossione, la Legge di Bilancio concede 180 giorni di tempo per versare quanto dovuto e regolarizzare così la propria situazione fiscale.

Niente tassa sui tavolini per il primo trimestre 2022

Per i primi tre mesi del 2022 non si pagherà la tassa sui tavolini, ovvero l’ex Tosap/Cosap. La misura è stata prorogata dopo le richieste delle associazioni di categoria viste le difficoltà economiche del periodo ed estesa anche agli ambulanti.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it