Decreto semplificazioni 2019: testo e novità per le imprese

Il testo del decreto semplificazioni è stato approvato dal Consiglio dei Ministri nella riunione del 12 dicembre 2018. Ecco le novità per le imprese e per i cittadini.

Decreto semplificazioni 2019: testo e novità per le imprese

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto semplificazioni durante la seduta del 12 dicembre 2018 ed ha reso pubbliche le novità contenute nel testo del DL per il sostegno per i cittadini, le imprese e la PA con il comunicato stampa n. 32.

Il testo del decreto semplificazioni per il lavoro e lo sviluppo economico approvato dal Governo presenta alcune modifiche rispetto alla versione precedente, approvata in bozza lo scorso 15 ottobre.

Il testo definitivo del DL semplificazioni, atteso in Gazzetta Ufficiale per l’entrata in vigore, prevede anche l’abolizione del Sistri, ovvero del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti che dal 1° gennaio 2019 resterà in forma cartacea.

Tra le novità presenti nel decreto semplificazioni vi sono misure atte ad “assicurare un sostegno alle piccole e medie realtà imprenditoriali che vivono un momento di difficoltà”, come si legge nel comunicato stampa del 12 dicembre 2018.

Tra le altre misure approvate nel testo del DL semplificazioni vi sono disposizioni urgenti come la riduzione degli oneri per le start-up e le PMI e inoltre la creazione di un fondo di garanzia con una donazione iniziale di 50 milioni di euro per le piccole e medie imprese in difficoltà che contano crediti verso la PA.

Restano inoltre le misure in tema di sanità e tutela della salute come le disposizioni temporanee e urgenti per contrastare la carenza di medici.

Decreto semplificazioni: le novità nel testo definitivo approvato dal Governo

Il testo del Decreto semplificazioni è stato approvato il 12 dicembre 2018 dal Consiglio dei Ministri che con il comunicato stampa ha informato sulle novità e le modifiche della versione definitiva approvata dal Governo.

Il testo definitivo del decreto semplificazioni è stato approvato in una versione che risulta dunque snellita rispetto alla precedente bozza che, si ricorda, era stata presentata “a sorpresa” dal Cdm lo scorso ottobre insieme al documento ufficiale del DL fiscale 2019.

Tra le principali novità dunque vi è l’abolizione di alcune misure come il Sistri e il Libro Unico del Lavoro (LUL).

È prevista inoltre la proroga al 30 giugno 2019 del prestito di 900 milioni di euro nei confronti di Alitalia e l’introduzione di un fondo di 50 milioni a favore delle PMI in difficoltà.

Nel testo del decreto semplificazioni vi sono inoltre novità in materia di sanità e tutela della salute, tra queste sono presenti misure temporanee e urgenti per far fronte alla carenza contingente di personale medico.

Semplificazioni: ddl con deleghe per le riforme in tema di lavoro e diritti

Con il comunicato stampa del 12 dicembre 2018 il Consiglio dei Ministri informa sulla presenza di un Ddl in tema di “deleghe al Governo per le semplificazioni, i riassetti normativi e le codificazioni di settore”.

Tale disegno di legge prevede numerose deleghe al Governo per il miglioramento della qualità e dell’efficienza dell’azione amministrativa al fine di:

  • garantire la certezza dei rapporti giuridici e la chiarezza del diritto;
  • assicurare i diritti delle persone disabili;
  • ridurre gli oneri regolatori che gravano su cittadini e imprese;
  • accrescere la competitività del Paese.

Nel comunicato stampa del Consiglio dei Ministri si legge che il Governo dovrà agire:

“per settori omogenei o per specifiche attività o gruppi di attività, con l’obiettivo di semplificare e coordinare sotto il profilo formale e sostanziale il testo delle disposizioni legislative vigenti.”

Nel pacchetto di deleghe rientrano, tra le altre cose, la riforma del Codice degli appalti e il riassetto normativo in tema di Anpal, disposizioni escluse dal testo definitivo del DL semplificazioni.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Impresa

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.