È decollato il volo più lungo del mondo

È il volo sperimentale Londra-Sydney della compagnia Qantas

È decollato il volo più lungo del mondo

È decollato il volo più lungo del mondo. Si tratta del percorso sperimentale Londra-Sydney, della compagnia australiana Qantas: 19 ore, 17.800 chilometri, 100 tonnellate di carburante e l’incontro di due diverse albe.

La tratta - per ora considerata una tantum - è un diretto che ospita 50 passeggeri che partono dalla capitale del Regno Unito per raggiungere la metropoli australiana.

Il tutto si è concluso solo poche ore fa: partito dall’Heathrow di Londra alle 6:00 ora locale, il volo fa parte del «Progetto Sunrise» della Qantas, che mira a introdurre percorsi di andata e ritorno (senza nessuno scalo) Sydney-Londra e Sydney-New York, entro il 2022.

È il secondo di tre viaggi sperimentali intrapresi dalla compagnia. Il primo, dall’aeroporto JFK di New York fino Sydney (16.000 chilometri), è decollato lo scorso ottobre.

LEGGI ANCHE: Ecco l’aeroporto più grande del mondo: è costato 12 miliardi di dollari

Decolla il volo più lungo del mondo

Per il volo è stato utilizzato un Boeing 787-9 Dreamliner chiamato «Longreach», che sulla carta vanta una capacità di 300 passeggeri, ma ne trasporta solo 50 per tratte simili, tra cui quattro piloti guidati dal capitano Helen Trenerry.

Il carico più leggero è necessario a garantire il completamento del viaggio da record senza necessità di un rifornimento.

Per il momento, a salire a bordo sono solo i passeggeri abituali della compagnia, dotati di monitor per tracciare ritmi del sonno, movimenti, consumo di cibo e uso delle varie possibilità di intrattenimento in volo.

I dati vengono raccolti dai ricercatori del Charles Perkins Centre - unità medica dell’Università di Sydney - che studieranno come i voli a lungo raggio possono influire su salute, benessere e ritmi circadiani.

In più, un team della Monash University di Melbourne prenderà parte direttamente ai prossimi voli, al fine di analizzare l’impatto su piloti ed equipaggio, che saranno monitorati prima, dopo e durante il volo per misurare i loro livelli di melatonina.

“Si tratta di voli di prova da segnalare poi all’Autorità di regolamentazione, per assicurarsi che il tutto si svolga in piena sicurezza”,

ha affermato alla vigilia del volo il CEO della compagnia, Alan Joyce.

Joyce ha poi aggiunto che un tragitto simile rappresenta “l’ultima frontiera del trasporto aereo”, ed è per questo che Qantas è determinata a renderlo una costante nel tempo.

Se otterrà il via libera, la compagnia punterà su velivoli di nuova generazione ad alto consumo di carburante, in grado di completare il viaggio con un maggior numero di passeggeri.

Ma questo rappresenta un momento particolare per l’aviazione, con l’aumento delle pressioni per ridurre le emissioni di carbonio. Proprio pochi giorni fa Qantas ha annunciato il suo impegno a ridurre le emissioni a zero entro il 2050.

Il CEO Joyce ha affermato di poter raggiungere l’obiettivo attraverso l’uso di nuovi aeromobili, nuove tecnologie e nuovi tipi di carburante.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Curiosità

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \