Curaizon vuole rivoluzionare il settore sanitario mondiale

Curaizon ha introdotto CuraData, un archivio anonimo basato sulla tecnologia blockchain che può migliorare la vita dei pazienti e diminuire gli sprechi nel settore medico.

Curaizon vuole rivoluzionare il settore sanitario mondiale

I dati dei pazienti, se usati nel modo giusto, possono ridurre i costi sanitari diminuendo gli sprechi, migliorando la qualità della vita dei pazienti e salvando le loro stesse vite. È sulla base di un concetto simile che Curaizon - pioniera delle tecnologie applicate alla medicina - ha ideato CuraData, l’unico archivio anonimo dei pazienti costituito solo da dati demografici e di adesione.

I dati sull’adesione ai farmaci combinati con i dati dei pazienti possono infatti garantire un ulteriore passo avanti nel migliorare l’esperienza e la soddisfazione delle persone curate, oltre ad aumentare sicurezza e usabilità degli stessi medicinali. Il miglioramento della qualità e dell’analisi dei dati può rivelarsi efficace in settori quali la medicina predittiva, la gestione delle relazioni con i pazienti, la gestione dell’assistenza sanitaria e la misurazione dell’efficacia di determinati trattamenti.

Si stima che solo il 50% dei pazienti in tutto il mondo aderisca ai farmaci prescritti; cifra che rappresenta oltre il 50% delle visite dal medico, oltre il 40% delle ammissioni di cure a lungo termine e oltre il 40% delle riammissioni ospedaliere.
In totale, il costo mondiale di non adesione alle cure medicinali prescritte è di oltre 700 miliardi di dollari l’anno - con un aumento annuale del 13%. Il raggiungimento di un numero maggiore di pazienti che assumono i farmaci indicati è fondamentale per migliorare l’assistenza sanitaria e la qualità dei risultati. In questo modo, gli operatori sanitari nazionali possono utilizzare le proprie risorse in modo efficiente, ridurre gli sprechi e fornire risultati di qualità basati sulle migliori pratiche.

Recenti notizie e alcune modifiche di legge hanno portato in primo piano l’utilizzo dei dati personali, con la freschissima attuazione del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) in Europa. Questo stabilisce infatti che tutti i cittadini dell’UE hanno il diritto di sapere quali dati che li riguardano sono stati archiviati e di controllare il modo in cui questi vengono utilizzati. Un sistema per semplificare questa procedura è l’utilizzo di una banca dati standardizzata e anonima: Curaizon ha così sviluppato CuraData, una soluzione che rende anonimi i dati personali dei pazienti in modo che possano essere utilizzati da operatori sanitari, ricercatori medici e aziende farmaceutiche.

Come funziona CuraData: la rivoluzione blockchain

Utilizzando la tecnologia di apprendimento automatico e la AI, la piattaforma CuraData genererà un archivio basato su big data anonimizzati che registrerà l’aderenza o meno ai farmaci, e utilizzerà le sue tecnologie per facilitare l’integrazione dei dati end-to-end, la collaborazione tra i diversi attori del settore sanitario e anche il fare previsioni sull’efficienza dei medicinali. La tecnologia aiuterà ad incrementare la conoscenza approfondita dei farmaci e della loro efficacia, riducendo i costi di ricerca e sviluppo e aumentando la concorrenza nel settore farmaceutico.

I dati di Curaizon sono archiviati in un Cloud crittografato nel dominio geografico richiesto, con autorizzazioni e indicatori che controllano i dati contenuti nella blockchain, garantendo la sicurezza, la trasparenza e l’immutabilità delle cartelle cliniche (considerando che l’accesso è limitato dalle rispettive regole e dai punti di deposito del sistema). La piattaforma CuraData verrà distribuita attraverso i servizi sanitari nazionali e, man mano che più pazienti e servizi sanitari immetteranno i dati, miglioreranno la qualità e la funzionalità degli archivi prodotti.

Medici e professionisti acquisiranno ad esempio informazioni preziose sulle debolezze degli attuali trattamenti grazie ai feedback dei pazienti e alle informazioni in tempo reale relative all’aderenza o non aderenza alle cure. Simili conoscenze aiuteranno a sciogliere eventuali complicazioni legate a un particolare farmaco o a una forma di trattamento, e tutti gli aggiornamenti - inseriti nel sistema - avranno lo scopo di sviluppare pratiche sempre migliori. A loro volta, data scientist, accademici e ricercatori di aziende farmaceutiche potranno sovrapporre i propri dati all’interno della piattaforma CuraData per generare approfondimenti cruciali e sviluppare ulteriormente l’ecosistema.

La collaborazione indiretta e la condivisione delle informazioni su più fronti contribuiranno a ridurre i costi e gli sprechi delle prestazioni e della ricerca. Utilizzata correttamente, questa analisi avanzata dei dati di aderenza può aumentare l’efficienza e la qualità dei sistemi sanitari nazionali a beneficio di pazienti e fornitori.

Curaizon offre ai potenziali stakeholder l’opportunità di acquistare le proprie tecnologie tramite la blockchain (ICO). I token, indicati come CTKN, consentono ai titolari di accedere alla piattaforma unica di CuraData. Non c’è un altro modo per entrare in questi archivi e tutto viene pubblicato sulla blockchain in tempo reale.
La vendita di token pubblici è iniziata l’8 giugno 2018.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Blockchain

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.