Crowdfunding: le 10 campagne che hanno raccolto di più in Italia

19 Gennaio 2023 - 17:37

condividi

Quali sono le campagne di crowdfunding che hanno raccolto di più e quali caratteristiche hanno?

Crowdfunding: le 10 campagne che hanno raccolto di più in Italia

Il crowdfunding, o finanziamento collettivo, si ha quando un gruppo di persone decide di utilizzare denaro in comune per sostenere persone e organizzazioni. Si tratta di una pratica di microfinanziamento dal basso che riesce a mobilitare persone e risorse e che, soprattutto negli ultimi anni, è in grande crescita. Ma quali sono le campagne che hanno raccolto di più e quali caratteristiche hanno?

Esistono diversi modelli di crowdfunding. Ci sono le campagne reward-based, dove agli investitori viene corrisporto un premio, nel momento in cui l’idea si concretizza. Per esempio, se si investe in un film si avrà in omaggio il biglietto una volta che sarà al cinema.

C’è, poi, la formula dell’equity crowdfunding, che sta crescendo in maniera esponenziale e, in questo caso, chi partecipa al finanziamento della campagna investe direttamente nella società promotrice, diventando socio e condividendone quindi i futuri profitti.

In Italia, però, il modello che ha raccolto il numero maggiore di fondi - per il momento - è il lending. Con questo modello il finanziatore fa un prestito con interesse, investendo i propri risparmi, alla società promotrice.

Ogni piattaforma di crowdfunding adotta un sistema diverso, vediamo quali sono le campagne che hanno raccolto di più e quali caratteristiche hanno.

Le campagne di crowdfunding che hanno raccolto di più

1) StartupItalia - Mamacrowd

Quella di StartupItalia sulla piattaforma Mamacrowd è la campagna di equity crowdfunding più rappresentativa del 2019, nonché la più grande mai realizzata in Italia finora. Un round da record per la media company fondata nel 2016, punto di riferimento per il l’ecosistema startup e innovazione in Italia, chiuso con 2 milioni 670 mila euro raccolti tra più di 2.000 investitori. L’obiettivo, anzi gli obiettivi della società sono la creazione di un publisher di nuova generazione, con una decisa vocazione video; il lancio della più grande digital academy di formazione per le professioni del futuro e la nuova imprenditoria; la costruzione di una community leader in Italia che riunisca startup, aziende e investitori in una piattaforma data driven, uno spazio fisico a Milano e una serie di eventi.

2) MySecretCase - Doorway

MySecretCase, noto shop online di sex toys, ha chiuso il round di serie B di equity crowdfunding con una raccolta totale di 2,5 milioni di euro.

Dopo il funding chiuso a giugno per 1,5 milioni di euro, infatti, l’ecommerce fondato da Norma Rossetti ha lanciato una campagna per l’aumento di capitale su Doorway. Attraverso la piattaforma e diversi investitori e CEO di aziende che hanno voluto partecipare all’operazione dopo la chiusura della prima tranche, è stato raccolto 1 milione di euro.

L’azienda ha così portato a 3,7 milioni di euro il totale dei capitali raccolti negli ultimi 5 anni. Accanto al lead investor R301 Capital e a business angel di fama internazionale come Ferdinand Von Kalm (ex ceo di Rocket Internet), nel capitale della società ha fatto il suo ingresso una cordata di investitori privati strategici.

3) Pordenone Calcio - The Best Equity

Anche il mondo del calcio è stato conquistato dallo strumento dell’equity crowdfunding. Il caso più eclatante è quello del Pordenone Calcio, squadra di Serie C che ha lanciato una campagna sul portale The Best Equity con l’obiettivo di raccogliere fondi per salire in Serie B.

Il progetto, Pordenone 2020, è stato accolto con grande entusiasmo e ha potuto contare sulla partnership chiave con Unindustria. La campagna, prima in Italia volta a finanziare una squadra di calcio con una raccolta da 2,28 milioni di euro, è servita a finanziare il progetto tecnico-sportivo della società, a valorizzare un centro sportivo d’eccellenza e puntare sullo sviluppo dei propri giovani talenti. In attesa di vedere come andrà il campionato di Serie B della squadra friulana, per il momento il successo della campagna la fa salire sul terzo gradino del podio.

4) Glass2Power - CrowdFundMe

Con un aumento di capitale pari a 2.250.000€ tramite campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe, Glass2Power si posiziona appena fuori dal podio.

Glass2Power ha condotto due round sulla piattaforma della società di Tommaso Baldissera Pacchetti, l’unica del settore in Italia ad essere quotata in Borsa. Nata come spinoff dell’Università di Milano Bicocca, G2P realizza superfici vetrate trasparenti intelligenti, capaci di convertire in elettricità una parte della luce che le attraversa.

In questo modo finestre e facciate di vetro di case, uffici ed edifici commerciali diventano pannelli fotovoltaici senza perdere trasparenza (sono solo leggermente oscurati). Tutto ciò è possibile grazie a una speciale tecnologia brevettata e chiamata LSC – Luminescent Solar Concentrator che usa nanocristalli inseriti in film sottili o in lastre di plexiglass e che convertono la luce solare in raggi infrarossi riflessi all’interno del pannello fino ad arrivare al bordo dello stesso. Qui, una sottile striscia di celle fotovoltaiche al silicio converte i fotoni infrarossi in corrente elettrica con una elevata efficienza.

5) Green Energy Storage - Mamacrowd

L’altra campagna multimilionaria che ha contribuito al primato di Mamacrowd in termini di capitali raccolti nel 2019 è quella di Green Energy Storage. La startup innovativa nata nel 2015 ha sviluppato un sistema di accumulo organico per le energie rinnovabili basato sul chinone, molecola che si estrae dai vegetali e dagli scarti del petrolio. Questo sistema, unico al mondo basato su una molecola organica, permette di utilizzare l’energia prodotta da fonti rinnovabili con flessibilità, risolvendo il problema dell’intermittenza delle fonti e riducendo i costi.

Il 2° round lanciato quest’anno ha permesso di raccogliere 2.153.296 euro, capitali che si vanno ad aggiungere a quelli accumulati con la prima campagna, condotta nel 2017 sulla piattaforma di SiamoSoci, pari a circa 1 milione di euro.

6) Frosinone Calcio - Tifosy

In classifica troviamo un altro club calcistico: il Frosinone Calcio, prima squadra a lanciare un’iniziativa del genere in Italia. La società ha avviato una campagna di raccolta fondi online su Tifosy, prima piattaforma per gli investimenti sportivi approvata dalla FCA. Con la campagna, che ha toccato quota 1,5 milioni di euro, si è puntato a collocare, attraverso Tifosy, mini-bond per il finanziamento di diverse infrastrutture dentro e nei pressi del Benito Stirpe, come lo store ufficiale della società, un fast food, un centro medico per la diagnostica, una palestra, un punto di ristoro nel settore ospiti e la riqualificazione dell’anello intorno allo stadio con docce e spogliatoi.

7) Soisy - 200Crowd

Si è chiusa a 1,25 milioni di euro in soli 8 giorni, dopo aver superato l’obiettivo minimo di 500mila euro a 24 ore dal lancio la campagna record di Soisy su 200Crowd. Si tratta della prima in ambito fintech a superare il milione di euro e una delle operazioni più rapide in assoluto tra quelle effettuate in questo settore.

Soisy è una piattaforma di prestiti tra privati autorizzata da Banca d’Italia che consente alle persone di prestarsi soldi direttamente e senza intermediazioni. Soisy ha introdotto per la prima volta in Italia il marketplace lending: permette infatti di finanziare acquisti a rate di prodotti e servizi, sia online che nei negozi fisici.

8) Winelivery - CrowdFundMe

Winelivery, la startup che permette di ordinare a domicilio vini, birre e superalcolici, ha condotto tre round su CrowdFundMe: due nel 2017, per un totale di 550.000€ raccolti, e uno nel 2018, chiuso con 1.214.373€ raccolti. I capitali investiti nei progetti della società tramite equity crowdfunding ammontano quindi a oltre 1 milione e 700mila euro.

9) EpiCura - Mamacrowd

EpiCura, piattaforma che consente di prenotare prestazioni sanitarie e socio assistenziali a domicilio 7 giorni su 7, a giugno ha chiuso con successo su Mamacrowd il secondo aumento di capitale, raccogliendo più di 1 milione di euro e superando, a 8 giorni dalla scadenza, l’obiettivo massimo di 800mila euro.

Nell’operazione troviamo, in veste di lead investor, importanti player come Club degli Investitori, LVenture Group, Club Acceleratori e Boost Heroes.

Una peculiarità della campagna consiste nel fatto che i piccoli investitori, oltre al diritto di co-vendita, godono anche dell’estensione del diritto di liquidation preference a tutte le categorie di quote offerte sul portale (a eccezione dei soci attuali), una prerogativa, questa, finora riservata ai lead investor.

10) Green Energy Sharing - Opstart

Quello tra crowdfunding ed energie rinnovabili è un matrimonio che funziona. Ne è ulteriore dimostrazione Green Energy Sharing, che ha chiuso una campagna di equity crowdfunding su OPstart raccogliendo 1 milione di euro.

Green Energy Sharing consente a chiunque di investire nelle energie rinnovabili in modo semplice, acquistando quote di grandi impianti di produzione di energia rinnovabile. L’investitore avrà il diritto di partecipare, in proporzione alla quota acquistata, agli utili generati dalla produzione di energia degli impianti.

SixthContinent - 200Crowd

La campagna di SixthContintent su 200Crowd non è presente nella classifica poiché non è ancora chiusa (è stata prolungata fino al 31 agosto 2019). Mentre scriviamo la raccolta è arrivata a 2.750.000€ da parte di oltre 1.000 investitori, cifra che già le permette di ottenere la prima posizione della classifica.

Per chi non lo sapesse, SixthContinent è una piattaforma di social commerce che permette alle aziende di aumentare i profitti derivanti dagli investimenti pubblicitari, avvantaggiando allo stesso tempo i consumatori. Come? Grazie a un modello economico toroidale con cui il budget delle aziende si trasforma in crediti per gli acquisti dei consumatori, spendibili in oltre 3mila brand.

Le caratteristiche delle campagne di crowdfunding vincenti

Il crowdfunding sta riscuotendo molto successo, ma non tutte la campagne hanno le stesse caratteristiche. Come spiega Alessandro Brunello, tra i massimi esperti di crowdfunding nonché autore di manuali sull’argomento e curatore di alcune tra le campagne di successo in Italia, ci sono tre fattori di base e imprescendibile per il buon risultato delle campagne:

  • l’idea, ambiziosa e originale ma non utopica. Deve essere facilmente riconoscibile per l’utente e, allo stesso tempo, mostrare un significativo miglioramento o innovazione;
  • la narrazione, ossia lo storytelling deve essere appassionante e fornire al lettore/cliente una sensazione di unicità ed esclusività;
  • la scelta, doppia: da un lato scegliere su quale piattaforma di crowdfunding iniziare la campagna e in che modo ricompensare chi sceglie di investire nel progetto.

Questi tre elementi sono fondamentali per costruire una campagna di crowdfunding che possa avere successo.

Nessun commento

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO