Covid USA, Fauci chiede di non viaggiare: “In arrivo un’ondata dopo l’altra”

Mario D’Angelo

29 Novembre 2020 - 21:47

29 Novembre 2020 - 21:53

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Gli Stati Uniti, con tutta probabilità, vedranno una nuova ondata di coronavirus che si aggiungerà a quella attualmente in corso

Covid USA, Fauci chiede di non viaggiare: “In arrivo un'ondata dopo l'altra”

Gli Stati Uniti verso un periodo molto difficile a causa del Covid-19. Lo ha detto Anthony Fauci, capo epidemiologo del Paese, in riferimento al rischio di un nuovo aumento esponenziale dei casi per via delle feste. Gli americani, ha detto Fauci, devono prepararsi a “un’ondata dopo l’altra”.

Coronavirus USA, milioni in viaggio per le feste

Le feste negli USA rischiano di essere tanti piccoli eventi diffusori del coronavirus. Già per il giorno del Ringraziamento milioni di statunitensi si sono messi in viaggio, in un Paese in cui il contagio viaggia nell’ordine dei 150.000 casi al giorno. E molti altri celebreranno Natale e Capodanno, ritornando in famiglia o partecipando a feste. E prima ancora che l’ondata in corso finisca - Fauci ne è sicuro - ce ne sarà già un’altra.

“Quello che ci aspettiamo, sfortunatamente, nelle prime due settimane di dicembre, è di vedere un incremento ulteriore rispetto a quello in cui siamo già adesso”, ha detto l’esperto nel corso di un’intervista a NBC.

“Non voglio spaventare le persone, ma solo dire che non è troppo tardi per evitarlo”, ha spiegato quindi Fauci.

Nonostante l’avvertimento dei CDC (centri per controllo e prevenzione delle malattie), che avevano chiesto alle persone di non viaggiare per il Thanksgiving, più di 9 milioni di statunitensi hanno preso l’aereo nelle due settimane contigue. Ma “quasi certamente ci sarà un incremento”, ha detto Fauci, alla fine dell’anno.

USA, Fauci: situazione precaria

Secondo Fauci, gli Stati Uniti stanno entrando in una “situazione veramente precaria”. “Dovremo prendere decisioni come nazione, stato, città e famiglia: siamo in un momento molto difficile e dovremo accettare restrizioni rispetto alle cose che vorremmo fare, in particolare in questa stagione delle vacanze”, ha detto Fauci.

Per i dati della John Hopkins University, gli USA hanno superato i 13 milioni di casi, e almeno 266.000 persone sono morte. Secondo gli esperti, ci sarà un aumento esponenziale nel corso dell’inverno. Solo a novembre sono stati registrato 4 milioni di nuovi casi, un numero doppio rispetto a quello di ottobre.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories