Chi è Petra De Sutter, prima transgender ministro in Europa

Il Belgio ha nominato ministro e vicepresidente del Consiglio Petra De Sutter, politica transgender. Chi è la donna trans per la prima volta in Europa a capo di un ministero?

Chi è Petra De Sutter, prima transgender ministro in Europa

Petra De Sutter è stata nominata ministro delle Finanze Pubbliche e vicepresidente del Consiglio belga: chi è la trans che sta facendo notizia in Europa?

La donna transgender è una politica attiva da tempo, con un passato recente di incarichi anche in Europa. Assumendo la responsabilità di un ministero e nelle vesti di vice primo ministro, ha raggiunto un importante record nel campo dei diritti civili: è la prima trans in Europa ad avere ruoli politici di spicco nel Governo.

Chi è, quindi, Petra De Sutter, ministro nel nuovo esecutivo del Belgio?

Petra De Sutter: chi è la ministra belga transgender

La notizia sorprendente che arriva dal Belgio non è la costituzione di un Governo dopo uno stallo durato ben 16 mesi.

A stupire e interessare l’Europa e i mass media in generale è Petra De Sutter, una politica fiamminga diventata ministro delle Finanze Pubbliche e apertamente transgender.

Classe 1963, la donna è un medico a capo del dipartimento di medicina riproduttiva presso l’ospedale universitario di Gand e professoressa di ginecologia.

Il suo interesse per la politica emerge nel 2014, anno in cui presenta la sua candidatura con i Verdi per le elezioni europee senza essere eletta. Diventa parlamentare in Belgio e nel 2019 è eurodeputata, con l’incarico di presidente della Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori del Parlamento europeo.

È una sostenitrice dei diritti trans e ha parlato apertamente delle proprie esperienze come transgender. Appena nominata ministro, ha dichiarato: “Incredibilmente grato per la fiducia che ho ricevuto dal mio gruppo. Ieri sera ho dato il via libera al nuovo governo”.

Il mondo trans esulta

Un coro di commenti di ammirazione sta accogliendo la nomina di Petra De Sutter, che diventa la prima ministra transgender in Europa. Per molti osservatori, il Belgio ha dato una testimonianza di civiltà e apertura politica al rispetto dei diritti.

La stessa de Sutter, in una intervista sul suo sito web aveva dichiarato:

“Non tutti hanno avuto la fortuna nella vita che ho avuto io, di essere accettato nel mio ambiente di lavoro...Questo è il motivo per cui ho bisogno di fare qualcosa... trovo così ingiusto che le persone nel mondo soffrano semplicemente per quello che vogliono essere”

I gruppi per i diritti LGBT + hanno accolto con favore la nomina di De Sutter come un importante passo avanti per i politici trans.

All Out, associazione internazionale per i diritti LGTB+, ha dichiarato che quello che è appena accaduto in Belgio dovrebbe ispirare i Governi di tutto il mondo.

Argomenti:

Europa (UE) Belgio

Iscriviti alla newsletter

Money Stories