Certificazione Unica 2020: scadenza modello CUD ed istruzioni

Proroga al 30 aprile per la scadenza della certificazione unica 2020. Più tempo per l’invio del modello CU degli autonomi, che può essere trasmesso entro il termine di invio del 770. Di seguito istruzioni dell’Agenzia delle Entrate e novità.

Certificazione Unica 2020: scadenza modello CUD ed istruzioni

Scadenza Certificazione Unica 2020: proroga del termine per l’invio dell’ex modello CUD.

La scadenza del 9 marzo 2020 per la trasmissione dell’ex modello CUD è stata prorogata al 30 aprile: la novità è contenuta nel decreto Liquidità e si applica a tutti i datori di lavoro.

Anche nel 2020 resta la possibilità di invio con il 770 per le CU degli autonomi, le certificazioni uniche contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante il modello 730 precompilato.

Entro il 30 aprile, invece, tutte le CU 2020 dovranno essere consegnate dal datore di lavoro ai propri dipendenti o collaboratori, in modalità cartacea ovvero telematica.

Certificazione Unica 2020, ex CUD: modello e istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Il modello CU 2020 è stato pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 15 gennaio 2020.

Oltre al modello ordinario della certificazione unica CU 2020, sono state pubblicate le istruzioni di compilazione, le specifiche tecniche di invio ed il modello sintetico.

Certificazione Unica 2020, modello CU ordinario
Scarica il modello di certificazione unica CU 2020 ordinario - provvedimento Agenzia delle Entrate 15 gennaio 2020
Certificazione Unica 2020, modello CU sintetico
Scarica il modello di certificazione unica CU 2020 sintetico - provvedimento Agenzia delle Entrate 15 gennaio 2020
Istruzioni certificazione unica CU 2020
Scarica le istruzioni certificazione unica CU 2020 - provvedimento Agenzia delle Entrate 15 gennaio 2020
Specifiche tecniche CU 2020
Specifiche tecniche certificazione unica CU 2020 - provvedimento Agenzia delle Entrate 15 gennaio 2020

Poche, ma da tenere bene a mente, le novità della certificazione unica 2020.

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato i moduli della CU sintetica ed ordinaria inserendo due nuovi campi per Benefit e detassazione del TFS, il trattamento di fine servizio dei dipendenti pubblici.

Nel dettaglio, all’interno del modello CU 2020 trovano spazio i nuovi campi per l’indicazione dei premi di risultato degli anni precedenti, per gestire le ipotesi in cui l’anno di effettuazione dell’opzione di conversione del premio di risultato in welfare aziendale non coincida con il periodo d’imposta in cui avviene l’erogazione dei benefit.

Tre nuovi campi anche per consentire di indicare la nuova forma di detassazione del Trattamento di fine servizio prevista dal decreto legge n. 4/2019.

Scadenza CU 2020: proroga al 30 aprile. Trasmissione con il 770 per le certificazioni uniche degli autonomi

Cambia la scadenza della certificazione unica CU 2020. L’invio telematico dei dati relativi alle somme erogate nel 2019 potrà essere effettuato entro il 31 marzo, così come disposto dal decreto per affrontare l’emergenza sanitarie ed economica conseguente allo sviluppo del coronavirus in Italia.

Le certificazioni relative ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi di lavoro autonomo e ai redditi diversi, dovranno essere consegnate al percipiente (dipendente, pensionato, percettore di redditi assimilati ad autonomo, dipendente o redditi diversi) entro il 30 aprile.

La consegna dell’ex modello CUD potrà essere effettuata anche in formato elettronico, a patto che sia garantita la possibilità per il percettore delle somme ivi indicate di potervi accedere e materializzare per successivi adempimenti. Come riportato nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate:

“La consegna della certificazione unica in formato elettronico e a mezzo e-mail è ammessa esclusivamente nei confronti di quanti siano dotati degli strumenti necessari per ricevere e stampare la certificazione rilasciata per via elettronica mentre deve essere esclusa, a titolo di esempio, nelle ipotesi in cui il sostituto sia tenuto a rilasciare agli eredi la certificazione relativa al soggetto deceduto ovvero quando il dipendente abbia cessato il rapporto di lavoro. Resta, dunque, in capo al sostituto d’imposta l’onere di accertarsi che ciascun soggetto si trovi nelle condizioni di ricevere in via elettronica la certificazione, provvedendo, diversamente, alla consegna in forma cartacea (Ris. n. 145 del 21/12/06).”

Fermo restando il termine univoco di consegna al dipendente, anche nel 2020 il sostituto d’imposta può effettuare la trasmissione telematica delle certificazioni uniche contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione dei redditi precompilata entro il termine di presentazione del modello 770, ossia entro il 31 ottobre 2020.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories