Cassa integrazione: novità INPS per l’anticipo con nuove istruzioni

Cassa integrazione: con il messaggio n° 4335 del 18 novembre INPS fornisce ulteriori istruzioni operative per richiedere l’anticipo del 40% spiegando anche come annullare la domanda.

Cassa integrazione: novità INPS per l'anticipo con nuove istruzioni

Cassa integrazione: arrivano novità da INPS per l’anticipo con nuove istruzioni contenute nel messaggio n°4335 del 18 novembre 2020.

La nuova comunicazione dell’Istituto che interviene in merito alla cassa integrazione si riferisce all’anticipo del 40% con pagamento diretto da parte di INPS introdotto dall’articolo 22-quater, comma 4 del decreto Cura Italia convertito nella legge n.27/2020 del 24 aprile

Una modifica necessaria al fine di risolvere il problema dei ritardi riscontrato nei pagamenti specie per le prime 9 settimane di cassa integrazione in deroga e con interventi che hanno anche eliminato l’intermediazione delle Regioni.

INPS era già intervenuta sulla questione dell’anticipo della cassa integrazione con la circolare n° 78 del 27 giugno scorso fornendo le istruzioni per CIGO, CIGD e assegno ordinario alle aziende che chiedevano il pagamento dell’anticipazione delle domande di integrazione salariale.

Ora con l’ultimo messaggio del 18 novembre fornisce ulteriori chiarimenti di natura operativa e INPS illustra anche le novità procedurali per la gestione delle domande di cassa integrazione con causale COVID-19 per le quali è stato richiesto anche l’anticipo.

Cassa integrazione: richiesta anticipo per CIGO

In merito alla cassa integrazione INPS fornisce indicazioni operative sulla richiesta di anticipo per CIG ordinaria, in deroga e assegno ordinario. Andiamo per gradi, e partiamo, come fa INPS nel messaggio, dalla cassa integrazione ordinaria con causale COVID-19 per la quale si fa la richiesta di anticipo diretto da parte di INPS del 40 %. Il datore di lavoro deve:

  • accedere al sito istituzionale di INPS autenticandosi per l’area riservata;
  • dopo l’autenticazione andare a “Servizi per aziende e consulenti”;
  • “Prestazioni e Servizi”;
  • selezionare “CIG Ordinaria”.

In fase di compilazione nella sezione “Dichiarazioni”, se si seleziona l’opzione di pagamento diretto da parte dell’Istituto, il programma in automatico propone la scelta di richiesta dell’anticipo del 40%.

Per poter inviare la domanda di cassa integrazione ordinaria con anticipo si devono preliminarmente inserire i dati necessari per il pagamento tramite l’applicativo “Richiesta anticipo CIG”, e pertanto l’utente datore di lavoro deve seguire sul sito INPS il seguente percorso:

  • “Servizi per le aziende ed i consulenti”;
  • “CIG e Fondi di solidarietà”;
  • “Richiesta d’anticipo 40%”.

L’invio della domanda di cassa integrazione viene bloccato se la richiesta di anticipo non viene definito.

Cassa integrazione: richiesta anticipo per CIGD e assegno ordinario

Nuove indicazioni sulla cassa integrazione INPS le specifica anche per quella in deroga e per assegno ordinario. Per CIGD e assegno ordinario la procedura è la medesima di quella che abbiamo sopra evidenziato, ma da «Prestazioni e Servizi» sul sito INPS occorre selezionare a seconda dei casi “Fondi di solidarietà” per l’assegno ordinario o “CIG in Deroga INPS”.

INPS specifica che successivamente all’invio della domanda per ottenere l’anticipo del 40% della cassa integrazione è indispensabile l’inserimento del Ticket attraverso i seguenti passaggi:

  • selezionare il tasto “Inserimento Ticket”;
  • cercare la domanda con i dati ID e matricola già compilati automaticamente;
  • individuare la domanda da associare e cliccare il tasto “Associa”;
  • selezionare il tasto “Richiedi Ticket” (viene visualizzato il numero del Ticket e si potrà procedere al salvataggio dell’associazione).

Se il Ticket non viene associato nello stesso momento in cui si invia la domanda di cassa integrazione INPS specifica che si può provvedere anche successivamente seguendo il percorso che illustriamo di seguito:

  • selezionare la voce di menu “Cerca esiti” nella schermata principale;
  • cercare la domanda con i dati della matricola Azienda (obbligatorio) e limitare eventualmente il periodo temporale di riferimento;
  • cliccare sul tasto “Inserisci Ticket”, disponibile solo per le domande senza il numero di Ticket, e inserire i dati per completare la compilazione della relativa domanda.

Fino a quando i dati per l’anticipo non vengono inseriti la domanda di cassa integrazione ordinaria o in deroga rimane in sospeso.

Lo stesso Istituto specifica che la domanda, se si volesse poi richiedere la cassa integrazione rinunciando all’anticipo, si può inoltrare provvedendo all’annullamento dell’anticipo stesso.

Per completare al contrario la richiesta di anticipo del 40% per la cassa integrazione sempre in deroga e assegno ordinario, INPS specifica che bisogna inserire i dati necessari seguendo il percorso che illustriamo di seguito così che la domanda possa essere protocollata:

  • cliccare sul link evidenziato nel box informativo che compare in fondo alla schermata principale del portale, come illustrato nell’allegato n. 1 (che riportiamo di seguito);

  • in alternativa si può partire da “Cerca Esiti”, cliccare poi sul bottone rosso “Anticipo 40%”, inserire nella sezione denominata “Attenzione Numero Protocollo” (allegato 1).

Allegato 1
Cassa integrazione: allegato 1 al messaggio INPS del 18 novembre.

In tal modo si viene indirizzati alla procedura “Richiesta Anticipo 40%”, in cui è possibile inserire i dati richiesti (IBAN e numero ore di sospensione per ognuno dei lavoratori beneficiari inseriti in allegato alla domanda) e visualizzare gli esiti.

INPS ricorda che sarà sempre possibile completare la richiesta di anticipo del 40%, accedendo al seguente percorso:

  • “Servizi per le aziende ed i consulenti”;
  • “CIG e Fondi di solidarietà”;
  • “Richiesta d’anticipo 40%”.

Per procedere alla rinuncia all’anticipo della cassa integrazione occorrerà accedere alla domanda dal menu “Cerca esiti” e selezionare il tasto “Annulla Anticipazione 40%”.

Per effettuare invece l’annullamento della domanda occorre accedere dalla voce di menu “Cerca esiti”, selezionare il tasto “Annulla Domanda” e inserire obbligatoriamente un breve testo in cui fornire la motivazione per la scelta operata.

INPS conclude il messaggio informando che:

“Nel caso in cui le coordinate bancarie fornite nella Richiesta Anticipo 40% non abbiano superato il controllo di titolarità (ad esempio, alla banca non risulta che l’IBAN inserito sia intestato al codice fiscale del beneficiario), sarà possibile presentare un’istanza alla competente Struttura territoriale dell’Istituto, chiedendo la modifica delle coordinate IBAN.”

Per maggiori dettagli sulla cassa integrazione e l’anticipo da parte di INPS rimandiamo al messaggio n°4335 del 18 novembre.

Messaggio numero 4335 del 18-11-2020.pdf
Cassa integrazione: richiesta dell’anticipo del 40% dei trattamenti di CIGO, CIG in deroga e dell’assegno ordinario dei Fondi di solidarietà bilaterali con causale COVID-19. Chiarimenti operativi e novità procedurali.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories