BP: spesa per investimenti tagliata del 25%, pesano crollo del petrolio e COVID-19

Il colosso petrolifero BP ha dichiarato di aver tagliato la spesa per investimenti del 25% a causa delle difficoltà causate dalla pandemia di Coronavirus e dal crollo del prezzo del petrolio

BP: spesa per investimenti tagliata del 25%, pesano crollo del petrolio e COVID-19

BP (British Petroleum) ha annunciato in una nota di aver tagliato la sua spesa per investimenti del 25%, a 12 miliardi di dollari, per il 2020. Tale somma include anche la riduzione nella spesa nel suo business americano dello shale oil, BPX Energy.

La causa di tale decisione è da attribuirsi alla convergenza di due fattori negativi: il primo è relativo all’epidemia di Coronavirus, il secondo è il crollo dei prezzi del petrolio. In questo senso, ricordiamo che lo scorso 30 marzo il future del petrolio WTI ha toccato i minimi da febbraio 2002, a 19,27 dollari al barile.

Per Bernard Looney, Amministratore Delegato della società, quello attuale potrebbe essere il “periodo più brutale per il comparto dell’oil&gas degli ultimi decenni”.
L’azienda ha inoltre dichiarato che si attende svalutazioni pari a un miliardo di dollari nel primo trimestre dell’anno.

Azioni BP in rosso a Londra

In discesa le azioni BP alla Borsa di Londra. Al momento della scrittura, il titolo si attesta a 335 sterline, in calo del 2,67%. Nel primo trimestre dell’anno (chiuso nella seduta di ieri), BP ha perso il 27,01%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories