È Covid o influenza? In arrivo il test per distinguerli

In arrivo il test rapido che ci dice se è Covid o influenza, In Italia la sperimentazione è partita allo Spallanzani. Ecco come funziona.

È Covid o influenza? In arrivo il test per distinguerli

Ad oggi il tampone è già l’unico strumento che abbiamo per riconoscere la presenza del virus SARS-Cov-2 e distinguerlo dall’influenza in caso di sintomi simil-influenzali.

Gli scienziati stanno tuttavia studiando soluzioni ancora più rapide e semplici per dire se è Covid-19 o influenza.

Il test per distinguere il Covid-19 dall’influenza

In Italia l’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani sta studiando un nuovo test per distinguere il Covid-19 dall’influenza comune. L’annuncio è stato fatto a metà ottobre dall’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato. Il test si basa su un tampone naso-faringeo che permetterà di rilevare la positività al virus SARS-Cov-2 o a un virus influenzale, o entrambi, con un unico esame.

“Probabilmente la settimana prossima arriveranno questi test per distinguere Covid e influenza”, ha detto Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani durante la trasmissione Buongiorno Benessere su Rai 1. Questo test, spiega, consente in tempi rapidissimi (fra i 15 e i 30 minuti) di sapere se il soggetto che si sottopone a test ha in corso attività virale da SARS-Cov-2 o di tipo influenzale. “I costi dei test saranno molto contenuti, dai 4 ai 10 euro”.

Come sapere se è coronavirus o influenza?

In attesa dei test specifici che daranno il doppio riscontro in tempi rapidissimi, ci sono dei sintomi a cui fare attenzione per capire se si tratta di Covid-19 o influenza. L’unico modo per distinguerli con certezza, però, lo ribadiamo, è il tampone.

Con l’arrivo dell’inverno e della stagione influenzale, inoltre, gli esperti raccomandano l’importanza del vaccino antinfluenzale quest’anno, in quanto consente di semplificare la diagnosi e di evitare un congestionamento degli ospedali per complicazioni da influenza in un periodo già critico per il sistema sanitario.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories