Tesla, giù i prezzi in Cina per ammortizzare i dazi della guerra commerciale

Tesla taglierà i prezzi dal 12% al 26% per rendere le proprie auto più abbordabili in Cina, nascente primo mercato al mondo per veicoli elettrici.

Tesla, giù i prezzi in Cina per ammortizzare i dazi della guerra commerciale

Tesla si prepara a ridurre il prezzo dei due modelli di punta, Model S e Model X per il mercato cinese, cambiando strategia per assorbire i danni della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti.

La mossa arriva durante le tensioni internazionali che hanno portato dazi extra sulle importazioni USA a Pechino, tra cui le automobili, penalizzando Tesla che per ora vende in Cina solo auto importate in attesa di poterle costruire direttamente a Shanghai.

La compagnia di Palo Alto taglierà i prezzi dal 12% al 26% per assicurarsi quote di mercato in un Paese dove la domanda di veicoli elettrici sta crescendo velocemente: gli analisti danno ormai da tempo la Cina come il più grande mercato d’auto elettriche da qui a pochi anni, e un pioniere come Elon Musk non può farsi scappare l’occasione di avere un ruolo da leader anche in Oriente.

Stiamo ammortizzando buona parte dei dazi per rendere le nostre automobili più appetibili per i clienti cinesi.

Si legge nella nota stampa diffusa da Tesla Motors.

Tesla taglia i prezzi in Cina

Il taglio dei prezzi è un cambio di direzione rispetto a quanto fatto lo scorso luglio, quando Tesla fu tra i primi produttori di auto ad alzare il listino sul mercato cinese per adeguarsi ai nuovi dazi. Dopo averli abbassati una prima volta in maggio in seguito alla volontà di Pechino di tagliare i dazi per il settore automobilistico, la compagnia aveva alzato il costo di circa il 20% su Model S e Model X ma questo aveva portato problemi nella vendita di auto costringendo Tesla ad accelerare gli investimenti in Cina.

La casa di Elon Musk ha grandi progetti in Oriente, tra cui la costruzione della Gigafactory a Shanghai per costruire le auto sul suolo cinese e venderle al prezzo pieno senza incorrere in sovrattasse per l’importazione.

Uno stabilimento produttivo aprirà anche in Europa, un altro modo per garantire prezzi abbordabili e ridurre i tempi di consegna.

La Model 3 in Cina

La compagnia ha recentemente lanciato la fase di pre-vendite della Model 3 in Cina, ad un prezzo che parte da 540.000 yuan (circa 78mila dollari) nella versione con doppio motore e trazione integrale e 595.000 yuan per la versione performance.

L’auto della svolta sarà fondamentale anche per il mercato orientale: l’obiettivo di Tesla è di riuscire a produrre a Shanghai entro i prossimi 5 anni, in modo da garantire una copertura sull’intera gamma per un mercato in cui la domanda sta crescendo. A quel punto il prezzo della Model 3 sarà ancora più conveniente per i clienti cinesi che già avranno fiducia dei prodotti Tesla.

Le tempistiche saranno determinanti per battere la concorrenza, di Volkswagen sui veicoli di fascia medio bassa, e delle case premium come Mercedes sulle grandi cilindrate, che con le rispettive joint venture sono pronte a contendersi il mercato in Cina.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Tesla Motors

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.