Tesla? No grazie, l’Arabia Saudita investe $1 miliardo nella rivale Lucid

Fondo sovrano saudita investe 1 miliardo di dollari nella rivale californiana di Tesla, Lucid Motors. Soffre ancora il titolo

Tesla? No grazie, l'Arabia Saudita investe $1 miliardo nella rivale Lucid

Un fondo saudita investe 1 miliardo di dollari in Lucid, società californiana attiva sul fronte auto elettriche.

La notizia - già in grado da sola di far soffrire Tesla in Borsa - risulta ancor più penalizzante per l’azienda di Musk visto che il co-fondatore di Lucid è Peter Rawlinson, ex vicepresidente proprio di Tesla.

Come se non bastasse il Public Investment Fund (Pif), ovvero il fondo saudita che ha portato a termine l’investimento, è lo stesso che Musk aveva indicato come finanziatore quasi certo del delisting annunciato durante l’estate.

Intanto col massiccio capitale in arrivo Lucid, ancora in fase di start-up, può definire con maggiori certezze i piani per il lancio del suo primo veicolo elettrico, Lucid Air, che dovrebbe arrivare sul mercato nel 2020.

Sulla scia della notizia le azioni Tesla sono arrivate a registrare un ribasso che è arrivato fino al 2%, poi ridotto al -0,1% su quota 294,84 dollari. Il titolo è reduce dal -4,41% degli ultimi 30 giorni, dal -5,97% degli ultimi 6 mesi e dal -23,42% dell’ultimo anno

Lucid contro Tesla

L’Arabia Saudita, proprio tramite lo stesso Public Investment Fund, è già un grande investitore in Tesla, di cui detiene quasi il 5% del capitale.
Il Paese sta investendo molto in veicoli elettrici per diversificare il suo portafoglio vista la dipendenza dal petrolio, e lo stesso fondo ha evidenziato le opportunità offerte ora dal settore:

“Investendo nel mercato a rapida crescita dei veicoli elettrici, Pif aumenta la sua esposizione a opportunità di crescita di lungo termine, sostenendo l’innovazione e lo sviluppo tecnologico e garantendo introiti e diversificazione settoriale al Regno dell’Arabia Saudita”.

Peter Rawlinson, Chief Technology Officer di Lucid, è stato vice presidente e ingegnere di Tesla. Ha lavorato alla progettazione della Model S, auto rivoluzionaria per l’azienda, per poi lasciare nel 2012.

Rawlinson ha spiegato che la Lucid Air offrirà al conducente un lusso che manca alla Model S, con un maggiore spazio interno e sedili posteriori che si inclinano a 55 gradi.

Ci si aspetta un prezzo di partenza fissato a 60.000 dollari, anche se con tutti gli optional potrebbe arrivare facilmente sopra i 100.000 dollari.
Secondo Derek Jenkins, specializzato in design per l’azienda, saranno costruite e vendute circa 40.000 vetture in tutto il mondo.

Il fronte concorrenza si fa sempre più ampio per la compagnia di Musk, accerchiata solo negli ultimi mesi dalle cinesi Nio, BYD e Byton, e da diversi marchi storici come Volkswagen e Ford.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Tesla Motors

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.