Terremoto Croazia: scossa da 6.4 crolli e morti, trema anche l’Italia. VIDEO

Alessandro Cipolla

29 Dicembre 2020 - 16:26

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Terremoto Croazia di magnitudo 6.4, con le foto e i video che documentano diversi crolli a Petrinja dove ci sarebbero anche morti, mentre adesso si registra uno sciame sismico nel veronese.

Terremoto Croazia: scossa da 6.4 crolli e morti, trema anche l'Italia. VIDEO

Terremoto Croazia: una forte scossa è stata registrata oggi alle ore 12:19 in Croazia, con l’epicentro individuato a 40 chilometri da Zagabria. Le stime dei sismologi parlano di una magnitudo pari a 6.4 e di una profondità di 10km, dopo che all’alba c’era già stato un sisma pari a 5.2.

La scossa di terremoto è stata molto lunga (si parla di circa tre minuti) ed è stata chiaramente avvertita in Italia, con la terra che ha tremato in Friuli e in Veneto, ma il sisma è stato avvertito anche in Trentino Alto Adige e lungo la costa Adriatica fino alle Marche.

Dalle ore 14 in Italia si staano verificando una serie di terremoti con epicentro a Salizzole, un piccolo centro a pochi chilometri da Verona. La prima scossa è stata alle ore 14:04 e di magnitudo 3.4, mentre la più forte si è verificata alle 15:36 con una magnitudo di 4.4.

In Croazia nelle città di Petrinja e Sisak, stando alle ultime notizie e ai video e alla foto che stanno iniziando a circolare, il terremoto avrebbe provocato il crollo di diversi edifici tra cui anche un ospedale e un asilo.

Al momento ci sarebbero due morti accertati, tra cui una ragazzina di dodici anni, ma il bilancio potrebbe tristemente essere destinato a salire visto che si contano diversi dispersi.

Terremoto Croazia: i video del sisma

In Croazia fin da ieri si è registrato uno sciame sismico nella zona compresa tra le città di Petrinja e Sisak. La scossa di terremoto che si è verificata verso le ore 12:19 è stata però la più forte, tanto daprovocare diversi crolli.

Per precauzione è stato chiuso anche l’impianto nucleare di Krsko in Slovenia: non ci sarebbero comunque danni, con l’arresto che è stato effettuato grazie al funzionamento automatico della protezione della turbina.

La città più colpita sarebbe quella di Petrinja, con il sindaco della cittadina croata Darinko Dubovic che ha dichiarato di avere “mattoni e piastrelle per le strade”, come si evince anche dai primi video che stanno circolando.

Emblematiche anche le prime foto che iniziano a circolare sui social in merito alla situazione a Petrinja, con il terremoto che avrebbe provocato crolli in diversi edifici.

+++NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO+++

Argomenti

# Video
# Italia
# Veneto

Iscriviti alla newsletter

Money Stories