Stipendio cassa integrazione: quanto si prende in busta paga

Stipendio cassa integrazione: quanto si prende in busta paga? Con le nuove misure previste dal decreto Cura Italia c’è l’estensione di questo ammortizzatore sociale anche alle piccole imprese. Vediamo a quanto ammonta la perdita per i lavoratori secondo uno studio UIL.

Stipendio cassa integrazione: quanto si prende in busta paga

Lo stipendio con la cassa integrazione sappiamo che si riduce, ma quanto si prende in busta paga?

Di cassa integrazione si parla molto in questi giorni dal momento che è prevista dal DL Cura Italia per aiutare le imprese in difficoltà con l’emergenza coronavirus.

In particolare viene stabilita anche l’estensione della cassa integrazione in deroga alle piccole imprese. Una misura eccezionale che vuole aiutare le aziende e i piccoli imprenditori in crisi a causa di una situazione straordinaria.

Di base sappiamo che la cassa integrazione, che sia CIGS, CIGO o in deroga prevede che venga corrisposta al lavoratore un’indennità pari all’80% della retribuzione.

Il sindacato UIL tuttavia, considerando la situazione attuale, in un rapporto ha calcolato a quanto potrebbe ammontare lo stipendio del lavoratore con la cassa integrazione e quindi quanto si prende in busta paga.

Stipendio cassa integrazione: quanto si prende in busta paga

A fare due conti sullo stipendio con la cassa integrazione e su quanto si prende in busta paga ci ha pensato la UIL con un rapporto recente. Il sindacato nel suo studio ha definito una cifra di perdita che ammonta a 376 euro netti.

Nella sua analisi il sindacato è arrivato alla cifra prendendo in esame:

  • il reddito annuo lordo medio di un lavoratore dipendente pari a 21.714 euro;
  • il reddito annuo lordo di un lavoratore con partita Iva pari a 22.210 euro.

La UIL ha calcolato che in media lo stipendio con la cassa integrazione è di poco superiore ai 940 euro netti, prendendo uno stipendio medio mensile di 1.316 euro netti.

Non solo lo stipendio con la cassa integrazione, perché la Uil ha analizzato anche l’impatto di 15 giorni di congedo parentale straordinario calcolando quanto si perde in busta paga.

Quanto si prende in busta paga con il congedo parentale?

Vediamo secondo lo studio UIL quanto si prende in busta paga con il congedo parentale. Lo stipendio con la cassa integrazione non è l’unico considerato dal sindacato.

Tra le misure a sostegno delle famiglie nel DL Cura Italia vi è il congedo parentale straordinario per coronavirus che può essere fruito per 15 giorni anche non continuativi da uno o entrambi i genitori alternativamente con figli fino a 12 anni. L’indennità è pari al 50% della retribuzione.

Anche il genitore con figli tra i 12 e i 16 anni può usufruire del congedo che però non è retribuito. Sempre prendendo come parametro gli stipendi medi annuali che abbiamo sopra considerato, la Uil ha calcolato che con il congedo parentale si perdono in busta paga 412 euro con uno stipendio netto finale che sarà così di 904 euro.

A questo, per i restanti 15 giorni, si aggiungono i 38 euro mensili dei 100 euro come bonus presenza. Di conseguenza lo stipendio medio sarà di 942 euro. Si perdono a questo punto 374 euro.

Se però il genitore, calcola la Uil, decide di prendere il congedo anche per i 15 giorni successivi non retribuiti, quindi per l’intero mese, lo stipendio sarebbe di soli 412 euro.

Alla fine di questi calcoli possiamo dedurre che, considerando la situazione assai precaria, avere uno stipendio con la cassa integrazione conviene molto di più.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Stipendio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.