Sondaggi politici: vola Meloni ora vicina al PD, male Salvini e Renzi

Alessandro Cipolla

23 Febbraio 2021 - 08:29

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’ultimo sondaggio politico di Swg vede in grande crescita Fratelli d’Italia e Forza Italia, con il Movimento 5 Stelle stabile mentre sarebbero in netto calo Lega, Partito Democratico e Italia Viva.

Sondaggi politici: vola Meloni ora vicina al PD, male Salvini e Renzi

Effetto governo Draghi nell’ultimo sondaggio politico realizzato da Swg e poi diramato in data 22 febbraio dal Tg La7. Come in molti si aspettavano dopo la scelta di restare all’opposizione, per Giorgia Meloni infatti ci sarebbe ora un balzo di oltre un punto percentuale.

Fratelli d’Italia così avrebbe ora messo nel mirino non solo il Partito Democratico, ma anche la Lega visto il marcato segno negativo attribuito a entrambi i partiti mentre sarebbe stabile il Movimento 5 Stelle nonostante i venti di scissione.

Chi sorride vedendo le percentuali snocciolate dal sondaggio è anche Silvio Berlusconi, con Forza Italia che confermerebbe il suo buon momento di forma tutto a discapito delle altre forze moderate Azione, Italia Viva e +Europa.

Matteo Renzi così tornerebbe a essere sotto la soglia di sbarramento del 3% del Rosatellum, l’attuale legge elettorale in vigore, mentre con la separazione di Sinistra Italiana e MPD-Articolo 1 neppure le due componenti da sole andrebbero oltre l’asticella.

Sondaggi politici: balzo Meloni, crisi PD

Il Governo guidato da Mario Draghi si è appena messo al lavoro ma, guardando il sondaggio politico di Swg, appare chiaro quale forze politiche si sarebbero avvantaggiate dalla nascita del nuovo esecutivo.

Sondaggi-1
Fonte Tg La7

Rispetto alla scorsa settimana, salta così all’occhio l’autentico exploit di Giorgia Meloni, che così ora sarebbe molto vicina a un Partito Democratico che appare in crisi da quando è finita l’esperienza del Conte-bis.

La crescita di Fratelli d’Italia in qualche modo potrebbe mettere paura a Matteo Salvini visto il tonfo attestato alla Lega: una regola non scritta nel centrodestra è che il candidato premier è il leader del partito con più voti e, guardando il sondaggio, l’ex ministro dell’Interno deve iniziare a guardarsi le spalle.

Nonostante il momento di sostanziale caos che sta vivendo, con una quarantina di parlamentari espulsi dopo il voto contrario alla fiducia per il governo Draghi, il Movimento 5 Stelle sarebbe stabile rispetto alla scorsa settimana.

Da Swg invece arriverebbero buone notizie da Silvio Berlusconi, con Forza Italia che sembrerebbe continuare nel suo buon periodo di forma, a discapito delle altre forze moderate come Azione che però al momento sarebbe sempre oltre la soglia di sbarramento del 3%.

Sondaggio 2
Fonte Tg La7

Sotto l’asticella viene invece indicata Italia Viva, con il calo che sarebbe vistoso per Matteo Renzi. Flessione pure per +Europa, partito questo che ormai appare destinato a unire le proprie forze con Carlo Calenda come già fatto in Parlamento.

Vista la spaccatura nell’appoggiare il governo Draghi, il sondaggio ha preso in considerazione Sinistra Italia e MPD-Articolo 1 ognuno per conto proprio: da soli la strada sembrerebbe in salita, ma appare scontato un eventuale accordo quando si tornerà alle urne.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories