Sondaggi politici: bene Salvini e Meloni, i sovranisti da soli vincerebbero le elezioni

Alessandro Cipolla

3 Agosto 2021 - 09:02

condividi

L’ultimo sondaggio politico di Swg vede in rialzo Fratelli d’Italia e Lega: Matteo Salvini e Giorgia Meloni con questi numeri potrebbero vincere le elezioni senza l’apporto di Forza Italia.

Sondaggi politici: bene Salvini e Meloni, i sovranisti da soli vincerebbero le elezioni

In un periodo dove molto si parla di federazione o partito unico del centrodestra, l’ultimo sondaggio politico realizzato da Swg e diffuso in data 2 agosto dal Tg La7 sorride ai sovranisti, che non sembrerebbero aver perso slancio a causa delle polemiche sul green pass.

Stando al sondaggio, Fratelli d’Italia e Lega insieme sarebbero oltre il 40%, ovvero la soglia indicata dagli esperti da superare per poter vincere le elezioni, con Forza Italia che di conseguenza non sarebbe più indispensabile per far pendere l’ago della bilancia verso destra.

In questo scenario, Giorgia Meloni sarebbe il potenziale Presidente del Consiglio, visto che dopo il sorpasso ai danni di Matteo Salvini effettuato qualche settimana fa, Fratelli d’Italia sarebbe ancora davanti al Carroccio.

In crescita ci sarebbe anche il Partito Democratico, mentre il Movimento 5 Stelle dopo il balzo nel sondaggio della scorsa settimana, viene dato ora in calo nonostante il grande impegno di Giuseppe Conte nel mediare sulla riforma della Giustizia.

Sondaggi politici: ok Salvini e Meloni

In Italia guardando ai numeri snocciolati dall’ultimo sondaggio di Swg, i sovranisti sarebbero la maggioranza relativa e, anche da soli, andrebbero a vincere le elezioni a patto che si votasse con il Rosatellum, l’attuale legge elettorale in vigore.

Sondaggi politici

Fonte Tg La7

Oltre a superare insieme il 40% relativo alla parte proporzionale della legge elettorale, Fratelli d’Italia e Lega anche senza l’apporto di Forza Italia potrebbero fare il pieno dei collegi uninominali a meno di una alleanza elettorale giallorossa.

Con Giuseppe Conte di nuovo in campo, soltanto con un patto tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle ci potrebbe essere partita: decisivi a quel punto sarebbero i collegi al Sud, dove i pentastellati però non sembrerebbero avere la stessa forza del 2018.

Nel mezzo poi ci sono i moderati, che stando al sondaggio solo con una grande alleanza potrebbero portare una buona rappresentanza in Parlamento: Azione al momento sarebbe oltre la soglia di sbarramento del 3%, ma dopo la sforbiciata del referendum andrebbe a eleggere giusto un manipolo di deputati e senatori.

sondaggio due

Fonte Tg La7

Con Italia Viva e +Europa invece lontani dall’asticella, una unione delle forze magari coinvolgendo pure gli scissionisti azzurri di Coraggio Italia, potrebbe portare questo corpaccione centrista vicino alla doppia cifra.

Stesso discorso per le varie forze di sinistra, ora divise ma destinate comunque a coalizzarsi quando si avvicineranno le elezioni: in caso di una alleanza PD-M5S, potrebbero essere loro la terza gamba di una coalizione giallorossa.

Iscriviti a Money.it