Salvini, sondaggio shock: crolla la Lega, il PD ora è il primo partito

Alessandro Cipolla

23/06/2021

23/06/2021 - 16:27

condividi

L’ultimo sondaggio politico di Bidimedia vede in testa il PD: Matteo Salvini in forte calo sarebbe ora tallonato da Giorgia Meloni, tanto che si torna a parlare di una federazione con Forza Italia.

Salvini, sondaggio shock: crolla la Lega, il PD ora è il primo partito

A Matteo Salvini non deve aver fatto molto piacere vedere l’ultimo sondaggio politico di Bidimedia che, nella sua rilevazione del 22 giugno, indica la Lega in calo di oltre un punto percentuale rispetto a maggio.

In virtù di questo autentico crollo attestato al Carroccio, adesso il primo partito in Italia sarebbe il Partito Democratico, con Fratelli d’Italia sempre in crescita ma al momento ancora sul gradino più basso del podio. Un doppio sorpasso da parte di Giorgia Meloni potrebbe essere però solo una questione di tempo.

Male anche Forza Italia, che comunque resterebbe sempre fondamentale per determinare una vittoria del centrodestra alle elezioni, mentre sarebbe in leggera ripresa il Movimento 5 Stelle in attesa da tempo di definire la posizione di Giuseppe Conte.

Stando al sondaggio, al momento sarebbero sotto la soglia di sbarramento del 3% del Rosatellum sia Azione sia Italia Viva, con anche tutti i vari partiti di sinistra indicati con il segno negativo.

Sondaggi politici: il PD supera Salvini

Per Matteo Salvini adesso sarebbe crisi nera. Il sondaggio politico di giugno realizzato dall’istituto Bidimedia prefigura infatti uno scenario impensabile soltanto fino a qualche mese fa.

Sondaggi-1
Fonte Bidimedia

La Lega sarebbe ora il secondo partito alle spalle del PD, ma il Carroccio a questo punto dovrebbe guardarsi le spalle anche dalla avanzata di Giorgia Meloni, con Fratelli d’Italia che si sarebbe migliorato più di tutti nell’ultimo mese.

In leggera ripresa il Movimento 5 Stelle nonostante il braccio di ferro in atto tra Giuseppe Conte e Beppe Grillo sul nuovo statuto, ma il centrodestra sarebbe sempre in vantaggio sui giallorossi grazie al fondamentale apporto di Forza Italia.

Guardando il sondaggio, non sarebbe così un caso la ripresa delle trattative negli ultimi giorni tra Salvini e Berlusconi per federare Lega e Forza Italia. Un modo questo per riportare l’ex ministro in cima alle indicazioni di voto.

sondaggio due
Fonte Bidimedia

I cosiddetti partiti minori vivono invece in una sorta di limbo in attesa di capire quale sarà la legge elettorale con cui si andrà a votare. L’ipotesi del maggioritario sembrerebbe essere finita in un binario morto, ma anche con l’attuale sistema di voto la soglia di sbarramento del 3% sembrerebbe essere un miraggio quasi per tutti.

Facile così ipotizzare un simposio rosso tra Sinistra Italia, Articolo 1 e Possibile, mentre anche i moderati potrebbero fare squadra comune creando una sorta di terzo polo.

Unendo le forze, l’asticella del 3% farebbe meno paura ma dopo la sforbiciata al numero dei parlamentari del referendum, la loro rappresentanza rischierebbe di essere comunque molto esigua.

Iscriviti a Money.it