Reddito di cittadinanza, pagamento maggio 2022 e novità prelievo: le date

Teresa Maddonni

4 Maggio 2022 - 08:27

condividi

Il reddito di cittadinanza di maggio 2022 quando arriva? Le date sono due. Salta il limite di 100 euro per il prelievo in contanti, ma non per tutti. Le novità dall’INPS.

Reddito di cittadinanza, pagamento maggio 2022 e novità prelievo: le date

Il pagamento di maggio del reddito di cittadinanza 2022 avviene al solito in due date distinte a seconda della tipologia di beneficiario cui è indirizzato l’accredito.

Se nulla cambia per il pagamento del reddito di cittadinanza sulla carta RdC a maggio, laddove la prima ricarica avviene entro la metà del mese, novità arrivano invece per il prelievo dei contanti per i nuclei familiari che, avendone diritto, ricevono anche l’assegno unico per i figli 2022 in automatico con il sussidio.

A comunicarlo è l’INPS con la circolare n. 53 del 28 aprile scorso. Vediamo allora quando arriva il pagamento del reddito di cittadinanza di maggio 2022 e quali sono nel dettaglio le novità per alcuni beneficiari.

Reddito di cittadinanza: date pagamento maggio 2022

Il pagamento del reddito di cittadinanza di maggio 2022, come anticipato, avviene in due date distinte a seconda della tipologia di beneficiario. Al solito:

  • entro il 15 del mese, giorno più giorno meno, per coloro che hanno fatto domanda per la prima volta o che hanno richiesto nel mese di aprile il rinnovo allo scadere delle prime 18 mensilità del sussidio a marzo. Ad aprile il pagamento è stato sospeso;
  • intorno al 27, e comunque non oltre la fine del mese, per coloro che ricevono il reddito di cittadinanza da almeno due mesi.

In ogni caso i beneficiari del reddito di cittadinanza possono farsi un’idea di quando arriva il pagamento di maggio controllando nella propria area riservata sul sito dell’INPS. Il beneficiario deve accedere al servizio dedicato sul sito dell’INPS con le credenziali SPID, CIE o CNS.

Una volta nel sistema deve controllare tre voci:

  • ultima elaborazione;
  • invio disposizione a Poste;
  • rendicontazione Poste.

Tra le prime due fasi solitamente passano due giorni, mentre l’invio delle disposizioni da INPS a Poste Italiane per il pagamento e il pagamento stesso avvengono tendenzialmente nella stessa data stabilita.

I nuclei familiari che percepiscono anche l’assegno unico e universale per i figli riceveranno a maggio la ricarica direttamente sulla carta RdC. Per loro c’è una novità dall’INPS.

Reddito di cittadinanza: novità prelievo con assegno unico

Una novità comunicata dall’INPS con la circolare nel 28 aprile riguarda il pagamento del reddito di cittadinanza e in particolare il prelievo dei contanti per coloro che ricevono anche l’assegno unico. Come si sa il prelievo del reddito di cittadinanza in contanti è soggetto a un limite che però nel caso de nuclei familiari che percepiscono l’assegno unico aumenta.

L’assegno unico viene accreditato dal 1° marzo 2022 in automatico ai beneficiari del reddito di cittadinanza con figli a carico senza la necessità di fare domanda. Nella circolare numero 53 del 28 aprile l’INPS specifica che “limitatamente ai soli accrediti riguardanti l’integrazione Rdc/AU, potrà essere superato il limite di prelievo mensile previsto dall’articolo 5, comma 6, del decreto-legge n. 4/2019, pari a 100 euro mensili per un singolo individuo, moltiplicato per la scala di equivalenza di cui all’articolo 2, comma 4, del medesimo decreto-legge, posto, in ogni caso, il rispetto dei limiti previsti dalla normativa in materia di antiriciclaggio.”

I beneficiari di assegno unico e reddito di cittadinanza su carta RdC possono andare quindi oltre il limite di 100 euro per un singolo individuo, moltiplicato per la scala di equivalenza previsto dalla normativa vigente.

In nessun caso tuttavia sarà possibile andare oltre la soglia giornaliera di 600 euro prevista per tutte le Carte PostePay.

Iscriviti a Money.it

Correlato

Cosa fare dopo la Naspi

Prestazioni a sostegno del reddito

Cosa fare dopo la Naspi