Pulizia Android: come fare e app migliori

Come fare pulizia su Android se memoria piena e virus rallentano le prestazioni del dispositivo.

Pulizia Android: come fare e app migliori

La pulizia Android, una pratica tanto rognosa quanto utile a salvaguardare la vita e la durata dei nostri dispositivi. I sintomi di affaticamento dei nostri device Android sono molteplici, ma facili da individuare: memoria quasi piena a causa del progressivo immagazzinamento dati delle app installate, errori misteriosi e un sospetto rallentamento generale delle prestazioni.

Avete incontrato questi sintomi? Bene, significa che è ora di fare una bella pulizia del dispositivo Android. Come? È semplicissimo, basta affidarsi ad alcune delle migliori applicazioni disponibili su Play Store, come CCleaner, in grado di ripulire da cima a fondo il vostro smartphone o tablet da dati ammuffiti e fastidiosi virus.

Se non sapete come muovervi, ecco una rapida guida utile per effettuare una pulizia Android da manuale: il vostro dispositivo non sarà più lo stesso.

Pulizia Android con CCleaner

CCleaner può rivelarsi un alleato davvero formidabile per la pulizia dei vostri smartphone o tablet Android.

L’applicazione è in grado di fornire una pulizia completa e configurabile a seconda delle vostre esigenze in modo approfondito e completamente gratuito. Esiste anche una versione a pagamento, che al prezzo di 1,95 euro permette una pulizia periodica automatica del device.

Con CCleaner è possibile svuotare completamente la cache dei nostri dispositivi, andando a cancellare i file temporanei di sistema, la cache delle applicazioni installate e provvedere alla eliminazione di app inutilizzate (dietro conferma).

Una sola applicazione per eliminare file inutili che rallentano e “addormentano” Android: una volta installata vi basterà premere il pulsante Analizza per far partire la scansione del dispositivo, l’app vi fornirà un elenco da spuntare di tutto quello da destinare al macero digitale. Fatta la selezione, eliminate e godetevi il vostro dispositivo ringiovanito (fino alla prossima pulizia).

SD Maid

Altra app utile per la pulizia del device Android è SD Maid, che si distingue dalle altre disponibili per Android perché rivolta a utenti pro, ovvero quelli con una certa familiarità nel linguaggio e nelle funzioni mobile. SD Maid, la “domestica della SD”, è progettato per scansionare ogni file presente sul nostro dispositivo Android, andando a pulire i file e le directory di tutte le applicazioni, eliminando dal device eventuali file temporanei o fornendo suggerimenti su cosa occupa più memoria (guidando la conseguente eliminazione di file scomodi e dimenticati).

Utilizzarla è semplicissimo: basta scaricarla dal Play Store, autorizzare l’accesso alla memoria dello smartphone ed effettuare la scansione premendo il pulsante “Scansiona”. Una volta scandagliato l’intero dispositivo vi basterà premere Esegui per procedere all’operazione di pulizia.

Avast Mobile Security

Per eliminare virus che potrebbero, alla lunga, danneggiare il tuo dispositivo un’ottima applicazione è Avast Mobile Security. Si tratta infatti di uno dei migliori antivirus Android disponibili sul Play Store, in grado di controllare il device da cima a fondo andando a eliminare eventuali malware.

Può capitare che, navigando sul web, alcuni virus penetrino nel vostro sistema operativo: in quel caso potreste notare un rallentamento notevole nel nostro smartphone o tablet, oppure altri problemi anche nel compiere le azioni più semplici.

Se desiderate risolvere in fretta il problema, scaricate l’applicazione e avviatela: cliccando sul tasto Analizza questo dispositivo Avast Mobile Security vi fornirà i risultati precisi della scansione al vostro dispositivo, con l’opzione rivolta a pulire a fondo da eventuali virus il vostro Android.

Leggi anche iOS 12 vs Android 9 Pie: qual è il migliore? Nuove funzioni a confronto

Pulizia Android fai da te

Se preferite, potete optare anche per una pulizia preventiva del vostro sistema Android manualmente.

Da qualunque versione del sistema operativo, sia esso Android 8 Oreo o 9 Pie, una delle prime cose da fare è accedere da impostazioni alla sezione Memoria. Qui, potrete vedere raggruppata la memoria occupata divisa per tipologia del contenuto: cliccando sul tipo si potrà accedere a una schermata che sintetizza quanto occupa ogni singola applicazione.

Da qui avrete modo di eliminare tutti i dati in eccesso delle vostre app risparmiando prezioso spazio d’archiviazione. Non dimenticate di svuotare periodicamente la cache della posta elettronica o di altri servizi digitali, cancellando i dati dalla stessa schermata alla voce Dati memorizzati nella cache.

Ricordatevi che tutte le applicazioni hanno di per sé una memoria cache che permette all’app di immagazzinare dati che alla lunga possono pesare notevolmente sul vostro dispositivo Android.

Prendete di mira le app principali come Facebook, Instagram e Spotify svuotando periodicamente la cache di riferimento: basta scegliere un’applicazione, verificare quanto spazio viene occupato per i dati cache e accedere alle impostazioni del sistema operativo (Memoria -> Dati memorizzati alla cache) per sbarazzarsi di tanti dati ormai obsoleti.

Ti può interessare anche Android: come recuperare i file cancellati

Iscriviti alla newsletter "Tech"

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.