Pagamento Naspi giugno 2021, novità importo: date e come controllare

Teresa Maddonni

4 Giugno 2021 - 12:47

condividi

Il pagamento della Naspi di giugno 2021 dovrebbe arrivare a partire dalla prossima settimana e con una novità sull’importo. Chi si aspetta un taglio non lo avrà. Vediamo la data dell’accredito e come controllare.

Pagamento Naspi giugno 2021, novità importo: date e come controllare

Pagamento Naspi giugno 2021: novità per l’importo da questo mese grazie alle ultime disposizioni introdotte dal decreto Sostegni bis.

In questo articolo vedremo cosa cambia nell’importo dell’indennità di disoccupazione da giugno 2021 e quando arriva il pagamento della Naspi per il mese corrente secondo le date previste da INPS.

I beneficiari della Naspi possono anche verificare le date del pagamento di giugno 2021 in autonomia. Il pagamento della Naspi di giugno 2021 avviene sempre intorno al 10 del mese e nei giorni successivi, non vi è dunque una data universale che valga per tutti.

L’importo della Naspi cambia da giugno 2021 perché viene eliminata la decurtazione del 3% a partire dal quarto mese di erogazione, anche se non sarà così per sempre.

Vediamo nel dettaglio novità, date e come controllare il pagamento della Naspi di giugno 2021 sul sito di INPS.

Pagamento Naspi giugno 2021: novità importo e date

Il pagamento della Naspi anche per giugno 2021 non avviene per tutti nelle stesse date, ma per tutti valgono le novità sull’importo.

Andiamo per gradi: il pagamento della Naspi di giugno 2021 è atteso la prossima settimana. L’accredito dovrebbe avvenire intorno a mercoledì 9 giugno o giovedì 10 giugno e nei giorni successivi ma comunque entro il 15 del mese.

Non in tutte le città, come abbiamo anticipato, il pagamento della Naspi avviene lo stesso giorno. L’importo dell’indennità di disoccupazione resta invariato fino al 31 dicembre perché per tutti vale quindi la regola del venir meno della decurtazione dal quarto mese, il décalage del 3%. Nel dettaglio:

  • per le Naspi in pagamento dal 1° giugno 2021 è sospesa l’ulteriore applicazione del taglio (articolo 4, comma 3, del decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22). Viene confermato l’importo in pagamento alla data di entrata in vigore del decreto (26 maggio 2021). Per coloro i quali a giugno riceveranno il quarto mese di Naspi quindi non vi sarà alcun taglio del 3% e l’indennità resta quella del primo mese, mentre per coloro ai quali già è stata applicata la decurtazione del 3% l’importo non verrà ulteriormente decurtato da giugno restando fino al 31 dicembre quello previsto nel mese di maggio 2021;
  • per le nuove prestazioni decorrenti nel periodo dal 1° giugno 2021 fino al 30 settembre 2021 è sospesa fino al 31 dicembre 2021 l’applicazione del taglio.

Il decreto specifica che “dal 1° gennaio 2022 trova piena applicazione l’articolo 4, comma 3, del decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 e l’importo delle prestazioni in pagamento con decorrenza antecedente il 1° ottobre 2021 è calcolato applicando le riduzioni corrispondenti ai mesi di sospensione trascorsi.”

Quindi dal 1° gennaio 2022 viene applicato il taglio per tutto quanto non è stato decurtato precedentemente sulle indennità Naspi con decorrenza antecedente al 1° ottobre.

Chiarimenti sull’importo della Naspi a partire dal mese di giugno e per quelli successivi fino al 31 dicembre potrebbero arrivare presto anche da INPS.

Pagamento Naspi giugno 2021: come controllare la data

Per sapere quando arriva il pagamento della Naspi di giugno 2021 la prossima settimana i beneficiari possono controllare la data in autonomia accedendo all’area riservata sul sito di INPS. I beneficiari della disoccupazione Naspi per verificare il pagamento di giugno 2021 devono:

  • accedere all’area riservata del servizio sul sito di INPS e nel dettaglio al Fascicolo previdenziale. L’accesso deve avvenire con SPID, CNS, o CIE. Nuovi PIN non sono più rilasciati dall’Istituto dal 1° ottobre 2020;
  • effettuato l’accesso il beneficiario di Naspi deve cliccare su “prestazioni”;
  • poi cliccare su “pagamenti” e apparirà “Disoccupazione non agricola”;
  • cliccando su “prestazione” si hanno i dettagli;
  • appare così la data di disponibilità del pagamento che spesso non coincide con quella di elaborazione (tra le due può passare anche una settimana).

Se il beneficiario seguendo il percorso descritto non trova informazioni sul pagamento della Naspi può sempre consultare la sezione “Notifiche” con le comunicazioni di INPS sulle prestazioni in pagamento.

Iscriviti a Money.it