Mercati travolti dall’incertezza su Omicron: Asia e futures in rosso

Violetta Silvestri

30/11/2021

30/11/2021 - 08:58

condividi

I mercati seguono un sentiment piuttosto pessimista: la variante Omicron ha gettato ombre sulla ripresa e sull’efficacia del vaccino, come affermato da Powell e dal CEo di Moderna. Che succede oggi?

Mercati travolti dall'incertezza su Omicron: Asia e futures in rosso

Mercati oggi: i futures su azioni statunitensi ed europee sono scivolano insieme agli indici asiatici a causa delle preoccupazioni sull’efficacia degli attuali vaccini contro il ceppo Omicron.

I contratti S&P 500 sono scesi di oltre l’1% e il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni è diminuito al di sotto dei livelli raggiunti venerdì, quando i primi timori indotti dalla variante per la riapertura economica globale hanno irritato i mercati. Il greggio crolla, le valute legate alle materie prime sono in rosso, lo yen avanza e l’oro sale.

Le parole poco rassicuranti del presidente Fed e del CEO Moderna sui potenziali sviluppi di pandemia e vaccino hanno indebolito il sentiment: che succede oggi nei mercati?

Mercati affondano: il vaccino non ci salverà da Omicron?

Alle ore 8.15 circa, il Nikkei perde l’1,63% e gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai scambiano rispettivamente a -0,1% e +0,03%. Hong Kong scivola del 2,14%.

I futures su azioni sono crollati all’inizio degli scambi, invertendo il rimbalzo di Wall Street mentre gli investitori hanno rivalutato i rischi associati alla nuova variante Omicron.

I contratti sul Dow Jones Industrial Average sono scesi di 424 punti, ovvero dell′1,21%. I futures S&P 500 sono diminuiti dell′1,12% e i futures Nasdaq 100dello 0,57%. Al momento in cui si scrive scambiano ancora in rosso.

Il tonfo è arrivato dopo che il CEO di Moderna, Stephane Bancel, ha dichiarato al Financial Times che si aspetta che i vaccini esistenti siano meno efficaci contro la nuova variante. Bancel ha detto che potrebbero volerci mesi per sviluppare un siero specifico per l’Omicron.

Non solo, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha affermato che la nuova variante comporta rischi sia per i prezzi stabili che per la massima occupazione. Questo ha alimentato la speculazione che il ceppo potrebbe ritardare gli aumenti dei tassi di interesse.

I dubbi sul vaccino hanno oscurato i dati positivi provenienti dalla Cina, che hanno mostrato il sentiment delle fabbriche in miglioramento a novembre, con l’impatto di una crisi energetica che si è attenuato e le pressioni inflazionistiche in allentamento.

Sulle previsioni di una domanda indebolita dalla diffusione del ceppo e dalla minore efficacia dei vaccini, anche il petrolio ha ceduto: il WTI perde oltre il 2% e il Brent il 2,95%.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Borse
# Asia

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.