La Cina è davvero pronta ad ammettere che il Covid è nato in laboratorio?

Redazione IlGiornale.it

21 Luglio 2021 - 09:07

condividi

Secondo fonti di intelligence Washington e Pechino avrebbero trovato un punto di incontro sull’origine della pandemia, con concessioni da parte di entrambe le parti: ecco cosa prevede l’intesa

La Cina è davvero pronta ad ammettere che il Covid è nato in laboratorio?

Cina e Stati Uniti sarebbero a un passo dall’accordo che potrebbe definitivamente scrivere la parola fine sulle origini del Sars-CoV-2. Secondo quanto riferito da TgCom24, che ha citato fonti di intelligence, le due potenze avrebbero già raggiunto un’intesa di massima dal sapore di exit strategy.

Un’intesa, a quanto pare, necessaria per archiviare la telenovela sulla nascita del virus. Il condizionale è d’obbligo. In ogni caso, da quanto emerso, pare che Pechino sia pronta ad ammettere la fuoriuscita accidentale del coronavirus dal laboratorio di Wuhan, mentre Washington accetterebbe la versione fornita dalle autorità cinesi.

Ovvero: il governo cinese avrebbe scoperto la fuga del virus soltanto in tempi recenti, dopo aver effettuato numerose ricerche. Non solo: la Cina non sarebbe stata in grado di informare tempestivamente il resto del mondo di quanto accaduto nella provincia dello Hubei a causa dell’atteggiamento posto in essere da alcuni scienziati e ricercatori del suddetto laboratorio.

Costoro avrebbero scelto di non comunicare l’incidente, impedendo di far emergere la verità. Pechino utilizzerà quindi il pugno duro per perseguire queste persone, mentre Washington effettuerà un’indagine approfondita per chiarire il presunto coinvolgimento di esperti americani negli studi sul virus portati avanti nel laboratorio cinese di Wuhan.

L’indiscrezione è caldissima e, se confermata, rischia di dare ragione a tutti coloro che, nel recente passato, ipotizzavano che il Sars-CoV-2 potesse essersi originato in seguito a un incidente di laboratorio, come ad esempio una fuga accidentale, e non per via della trasmissione da animale a uomo (zoonosi). La verità potrebbe quindi essere davvero dietro l’angolo, anche se, al momento, è ancora presto per tirare un sospiro di sollievo.

Continua a leggere su IlGiornale.it

Argomenti

Iscriviti a Money.it