Forex: perché l’Euro è salito dopo il super QE di Draghi?

Perché l’Euro è salito dopo il lancio delle nuove misure di stimolo della BCE? Ecco il perché del rally della moneta unica sulle parole di Draghi.

La Banca Centrale Europea ha lanciato un enorme piano di stimolo al di sopra delle aspettative, ma l’Euro, dopo una rapida discesa iniziale, è invece in forte salita, come non è riuscito a fare negli ultimi tre mesi.

Il rialzo dell’Euro non è la reazione che ci saremmo aspettati dopo un taglio dei tassi di interesse su più fronti, un aumento del quantitative easing e un altro round di aste T-LTRO per concedere alle banche prestiti a prezzi stracciati.

La reazione iniziale dell’Euro è stata una discesa alla notizia dell’arrivo di un nuovo piano di stimolo dalla BCE, ma la debolezza non è durata a lungo.

La moneta unica è riuscita a recuperare velocemente le perdite, arrivando a toccare quota $1.1167 durante la conferenza stampa, in cui Mario Draghi ha fornito ulteriori dettagli circa il futuro della politica monetaria di Francoforte.

Leggi anche: Euro/Dollaro: 3 motivi alla base del rally dopo le misure anti-deflazione della BCE

«Dal punto di vista di oggi e tenendo conto del sostegno delle nostre misure per la crescita e l’inflazione, non prevediamo che sarà necessario ridurre ulteriormente i tassi»

ha detto.

Ed è proprio in questo momento che l’Euro (EUR) ha iniziato a salire contro il dollaro USA in un rally intraday che non si vedeva dalla riunione della BCE di dicembre, quando la banca centrale ha deluso i mercati con un’espansione più ridotta del previsto del piano di stimolo.

I commenti di Draghi sono stati preceduti dalla decisione sui tassi: i tassi di rifinanziamento sono stati tagliati dallo 0.05% allo 0%, mentre i tassi di deposito sono stati ridotti ancora da -0.30% a -0.40%.

La banca centrale ha annunciato inoltre un’espansione della dimensione del QE, portando il totale mensile del piano di acquisto titoli da 60 a 80 miliardi di euro a partire da aprile, estendendo la lista degli asset acquistabili anche alle obbligazioni societarie non bancarie investment-grade denominate in Euro.

Perché l’Euro sale dopo il bazooka di Draghi?

L’annuncio del bazooka di Draghi, ben al di sopra delle aspettative degli analisti, ha portato con effetto immediato l’Euro a scendere ai minimi intraday a $1.0822.

Il rialzo iniziale è stato dovuto sì all’enorme piano di stimolo, ma anche alle aspettative che la BCE potesse tagliare ancora se la bassissima inflazione lo avesse richiesto - una prospettiva che Draghi ha smentito a più riprese durante la conferenza stampa.

"È stata una delusione durante la conferenza stampa quando Draghi ha detto che la BCE non taglierà ancora i tassi per come stanno le cose adesso, puntando invece sull’uso di altri strumenti.
Il fatto che la banca abbia inserito le obbligazioni corporate nel QE è qualcosa che non ci aspettavamo e avrà un grande impatto sul tasso di cambio",

ha dichiarato Pernille Bomholt Henneberg, analista senior presso Danske Markets Bank.

“La BCE si è concentrata - come più volte sottolineato da Draghi - sul ribadire di essere al corrente delle conseguenze negative dovute ad un taglio ulteriore dei tassi di interesse”.

La banca centrale è stata recentemente accusata di ferire il settore bancario mantenendo i tassi di deposito in territorio negativo. I tassi al di sotto dello 0% portando le banche a pagare la BCE per detenere liquidità extra nelle sue casse, mentre gli istituti di credono vedono assottigliarsi i margini.

Il report della J.P. Morgan pubblicato lunedì ha sottolineato come il mercato azionario nelle economie con tassi negativi, come Eurozona, Svizzera e Giappone, abbiano registrato forti perdite dopo l’introduzione di questa tipologia straordinaria di politica monetaria.

Ma il passaggio del focus da un taglio dei tassi di interesse ad altri strumenti di stimolo, come il QE ed altre operazioni sulla liquidità, sono lo specchio della paura che i tassi di interesse più bassi possano erodere la redditività delle banche.

«Dopotutto, la politica della BCE si è incentrata sul sostegno al prestito e all’acquisto di un maggior numero di asset, compresi quelli privati, piuttosto che su un taglio dei tassi più aggressivo. Non è una sorpresa che l’euro abbia rimbalzato»,

ha detto Vincent Chaigneau, responsabile della strategia FX presso Société Générale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories