TLTRO: cosa sono? La BCE paga per prestare soldi alle banche

TLTRO, BCE: cosa sono e come funzionano i prestiti mirati alle banche dell’Eurozona che erogano credito a famiglie e imprese?

TLTRO: cosa sono? La BCE paga per prestare soldi alle banche

La BCE e il mercato sono tornati a parlarne, ma cosa sono i TLTRO e come funzionano?

Attraverso un procedimento stabilito dal Consiglio direttivo, i TLTRO prevedono un’asta mediante la quale vengono erogati prestiti quadriennali alle banche dell’Eurozona con rendimento di poco superiore a quello del tasso di riferimento - ad oggi allo 0,00% come da ultima modifica del 10 marzo 2016 - ma che può scendere anche al livello del tasso sui depositi, ad oggi a -0,40%.

Cosa sono i TLTRO

Acronimo per la locuzione inglese targeted longer-term refinancing operations, i TLTRO sono operazioni all’interno dell’Eurosistema tramite le quali vengono erogati dei finanziamenti agli istituti di credito per periodi fino a quattro anni. Vengono offerti alle banche dei finanziamenti a lungo termine a condizioni vantaggiose con l’obiettivo di migliorare le condizioni del mercato del credito del settore privato e di stimolare i prestiti bancari all’interno dell’economia reale.

I TLTRO sono quindi, sulla carta, uno strumento utile a rinforzare l’attuale politica monetaria accomodante della BCE.

La prima serie di TLTRO è stata annunciata il 5 giugno 2014 e una seconda serie (processo denominato TLTRO II) il 10 marzo 2016.
Il termine è tornato recentemente in voga dopo la pubblicazione dei verbali della riunione BCE del 13 dicembre 2017, occasione in cui il Consiglio direttivo ha valutato la possibilità di rivedere il programma di erogazione dei prestiti all’interno della politica monetaria della banca centrale. Questo perché, de facto, al momento la banca centrale si ritrova a pagare lei stessa per erogare credito ad alcune banche, come vedremo più avanti.

Come funzionano i TLTRO

I TLTRO sono operazioni mirate, in quanto l’importo che le banche possono prendere in prestito è legato ai prestiti che queste hanno concesso a società non finanziarie e alle famiglie.

Inoltre, nell’operazione TLTRO II il tasso di interesse applicato è stato collegato ai modelli di prestito delle banche partecipanti. Maggiore è il numero di prestiti che le banche partecipanti emettono a società non finanziarie e alle famiglie (esclusi i prestiti alle famiglie per gli acquisti di abitazioni), più il tasso di interesse sui prestiti TLTRO II diventa interessante.

I tassi possono essere anche negativi e, di fatto, la BCE si ritrova a pagare le banche per prestare dei soldi alle stesse in alcuni casi.

La differenza tra TLTRO e LTRO

Con il Piano di rifinanziamento a Lungo Termine (LTRO), la BCE effettua delle aste con le quali concede un prestito triennale alle banche che lo richiedono. In questo caso il rendimento è pari alla media del tasso sulle operazioni di rifinanziamento principale calcolata nel periodo dell’operazione stessa.

Come garanzia collaterale, la Banca Centrale riceve delle obbligazioni governative o anche titoli privi di valore. L’elenco degli asset utilizzabili come collaterale viene pubblicata sul sito della BCE ed viene aggiornato più volte al mese.

A differenza delle aste LTRO, che hanno portato all’erogazione di oltre mille miliardi di liquidità a tre anni, le aste TLTRO sono finalizzate a sostenere unicamente i prestiti bancari alle imprese e alle famiglie.

Iscriviti alla newsletter Formazione Finanziaria per ricevere le news su TLTRO

Argomenti:

BCE Mario Draghi LTRO TLTRO

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.