Elezioni Germania 2021, chi ha vinto? I risultati ufficiali

Alessandro Cipolla

28 Settembre 2021 - 07:57

condividi

I risultati ufficiali delle elezioni Germania 2021: la SPD è il primo partito davanti alla CDU-CSU, ma per Olaf Scholz non sarà semplice dare vita a una maggioranza di governo.

Elezioni Germania 2021, chi ha vinto? I risultati ufficiali

Risultati elezioni Germania 2021, chi ha vinto? Una domanda questa che assomiglia più a una sciarada, visto che a Berlino adesso si vivranno lunghe settimane, se non mesi, di trattative tra i partiti per formare il nuovo Governo.

Con lo spoglio ultimato e i risultati che sono stati ufficializzati, la SPD di Olaf Scholz è il primo partito anche se il suo vantaggio rispetto al duo CDU-CSU è inferiore rispetto a quanto paventato dai sondaggi della vigilia.

Non sfondano invece i Verdi mentre la sinistra di Linke esce fortemente ridimensionata dal voto. Oltre la doppia cifra Liberali e AfD, con il partito di estrema destra che sarà l’unico escluso a prescindere dalle non facili trattative per formare una nuova maggioranza.

I Liberali infatti da mesi ripetono di essere titubanti a entrare a far parte di una maggioranza di centrosinistra con SPD e Verdi. Al tempo stesso, i Verdi non sono entusiasti di di appoggiare un Governo di centrodestra formato anche da CDU e Liberali.

I due partiti però non possono tirare troppo la corda altrimenti il rischio è di fare come nel 2017 quando, dopo mesi di trattative, alla fine CDU e SPD si sono accordati per dare vita a una Grosse Koalition per sostenere il quarto governo Merkel.

ELEZIONI GERMANIA 2021

Elezioni Germania 2021:i risultati

I risultati ufficiali e definitivi delle elezioni in Germania del 26 settembre 2021.

PartitoPercentualeSeggi
CDU-CSU 24,08% 196
SPD 25,74% 206
Verdi 14,75% 118
Liberali 11,45% 92
AfD 10,35% 83
Linke 4,89% 39
SSW 0,12% 1

Questi invece sono i risultati per quanto riguarda i 299 seggi uninominali in cui è stata suddivisa la Germania.

Fonte The Guardian

Stando ai risultati, secondo una proiezione fatta dal The Guardian sarebbero diverse le possibili maggioranze che si potrebbero formare post-voto, anche se lo scenario più concreto è quello di un sostanziale pantano.

Fonte The Guardian

Le elezioni in Germania si sono tenute domenica 26 settembre: oltre 61 milioni di cittadini tedeschi aventi diritto hanno votato per eleggere i 709 deputati che compongono il Bundestag.

In totale sono stati 47 i partiti in corsa in queste elezioni che, dopo sedici anni di regno incontrastato, non hanno visto la presenza di Angela Merkel che da tempo ha annunciato l’addio alla politica al termine di quello che è il suo quarto mandato consecutivo.

La legge elettorale

Il sistema elettorale in Germania è sostanzialmente di stampo proporzionale e prevede che ogni elettore riceva due schede: una per scegliere il candidato (anche non facente parte di nessuna forza politica) in corsa nel proprio collegio uninominale e l’altra invece per indicare un partito.

Vengono così eletti i 299 candidati vincitori nei rispettivi collegi, dove passa chi prende più voti, mentre il resto dei seggi è suddiviso in maniera proporzionale tra i partiti che hanno superato la soglia di sbarramento del 5% oppure hanno eletto almeno 3 deputati nelle varie circoscrizioni.

Visto che per la suddivisione si seguirà un ferreo criterio proporzionale, un partito per esempio che ottiene il 15% dei voti avrà anche il 15% dei parlamentari, il numero finale dei deputati che andranno a comporre il Bundestag può variare a seconda dei risultati dei vari partiti.

I candidati

In Germania sono sei i principali partiti che si sono sfidati alle elezioni. Visto il sistema elettorale, è da sempremolto difficile che una forza politica possa ottenere da sola una maggioranza assoluta al Bundestag.

Appare così scontato il ricorso a una coalizione di governo, con il cancelliere che di norma è il candidato designato del partito, facente parte dela maggioranza, che ha ricevuto più voti.

Dopo le consultazioni interne, non senza tensioni come nel caso del CDU-CSU, sono stati ufficializzati tutti i candidati, o co-candidati, in campo in queste elezioni in Germania.

  • CDU-CSU - Armin Laschet
  • Verdi - Annalena Baerbock/Robert Habeck
  • Socialdemocratici - Olaf Scholz
  • AfD - Alice Weidel/Tino Chrupalla
  • Linke - Janine Wissler/Dietmar Bartsch
  • Liberali - Christian Lindner

Dopo una serrata sfida interna, nonostante la minor popolarità rispetto al bavarese Markus Söder alla fine l’alleanza CDU-CSU ha indicato come proprio candidato Armin Laschet, che così raccoglierà l’ingombrante testimone da Angela Merkel.

Anche con una co-candidatura la scena nei Verdi è tutta per Annalena Baerbock, mentre è Olaf Scholz l’artefice della grande rimonta dei Socialdemocratici ora tornati a essere dopo quasi venti anni primo partito in Germania.

Iscriviti a Money.it