Decreto mascherine, c’è il testo: novità e sanzioni dall’8 ottobre

Ecco il testo definitivo del decreto emanato dal Consiglio dei Ministri su obbligo mascherina all’aperto e proroga stato di emergenza. Cosa cambia a partire da oggi.

Decreto mascherine, c'è il testo: novità e sanzioni dall'8 ottobre

Entrano in vigore da oggi 8 ottobre 2020 le novità del nuovo decreto: il testo definitivo pubblicato in Gazzetta Ufficiale contiene la proroga dello stato di emergenza per tutto gennaio 2021 e l’obbligo della mascherina protettiva ovunque, anche all’aperto e per tutto il giorno. Questo, infatti, è il dispositivo di protezione più efficace a prevenire i contagi e deve essere indossato nei luoghi dove c’è la possibilità di imbattersi in persone estranee al nucleo familiare; quindi la mascherina è obbligatoria in strada, al parco, in ufficio, a casa di amici e sui mezzi pubblici.

Chi non rispetta le misure previste rischia multe fino a 1.000 euro.

Ecco il testo pdf del decreto legge:

Decreto legge 7 ottobre 2020, n. 125
Testo del decreto su mascherina all’aperto e proroga stato di emergenza

Nuovo decreto mascherine e stato di emergenza: cosa prevede e testo

Sono 7 gli articoli che compongono il “decreto emergenza” con le misure di prevenzione e protezione da adottare fino all’emanazione del prossimo DPCM (atteso entro il 15 ottobre) e l’estensione dello stato di emergenza.

Senza dubbio la novità di maggiore impatto è l’obbligo della mascherina all’aperto a tutte le ore, senza fasce orarie. Come dichiarato dal ministro Speranza alla Camera “la mascherina sarà obbligatoria ovunque c’è la possibilità di incontrare persone non conviventi”, quindi anche in ufficio, tra amici e parenti non conviventi.

All’articolo 1 del decreto allegato è sancito:

“l’obbligo di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, con possibilità di prevederne l’obbligatorietà dell’utilizzo nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi.”

In altre parole, le uniche ipotesi in cui si può togliere la mascherina sono a casa, in macchina (se si viaggia da soli o con persone conviventi) e nei luoghi aperti purché isolati.

Chi non deve indossare la mascherina

Riportiamo letteralmente l’elenco dei soggetti esclusi come si legge nel testo del decreto n.125 del 7 ottobre 2020:

In questi giorni il sottosegretario al Ministero delle Salute Sandra Zampa ha precisato che la mascherina può essere tolta anche in luoghi desolati come sentieri di montagna, parchi e giardini dove ci si reca per fare attività motoria o passeggiare. La mascherina, inoltre, può essere abbassata per bere, mangiare e fumare e non è obbligatoria in bici, monopattino e motorino.

Stato di emergenza prorogato al 31 gennaio 2021

Altra novità introdotta dal decreto è l’ufficializzazione della proroga dello stato di emergenza annunciata da Conte e Speranza nei giorni scorsi. L’emergenza durerà fino al 31 gennaio 2021, un anno esatto dalla sua prima proclamazione. L’ultima proroga sarebbe scaduta il 15 ottobre 2020, ma il Governo ritiene che non ci siano ancora le condizioni per tornare alla normalità.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories