Jogging, passeggiate e attività fisica, serve la mascherina? Ecco quando (e dove)

Mascherina, quando serve e quando no mentre si fa jogging, passeggiate veloci e in bici. Le regole da seguire per evitare la multa.

Jogging, passeggiate e attività fisica, serve la mascherina? Ecco quando (e dove)

Chi fa jogging in strada o al parco deve indossare la mascherina? Questa è una delle domande più ricorrenti dopo gli ultimi DPCM di Conte, chiariamo subito quando serve, quando non è obbligatoria e quali sono le sanzioni per chi non rispetta le regole.

Il Ministero ha precisato in diverse occasioni che durante la corsa non serve la mascherina poiché potrebbe essere dannosa. Al contrario, questa deve sempre essere indossata da chi cammina a passo sostenuto, a meno che non si trovi in un luogo isolato (ad esempio boschi e sentieri di campagna).

Il motivo è semplice: fare jogging è considerato “attività sportiva”, una delle poche eccezioni all’obbligo di indossare la mascherina, mentre camminare a passo svelto è attività motoria. Così la circolare del Viminale:

“La mera passeggiata e non la corsa, anche quella svolta con finalità amatoriali, in quanto riconducibile ad attività sportiva” quindi “jogging e footing potranno continuare a svolgersi senza obbligo di mascherina.”

In Campania esiste una restrizione ulteriore: al parco o sul lungomare si può fare jogging soltanto nelle prime ore del mattino.

Jogging e attività sportiva, la mascherina non serve

Come abbiamo detto poc’anzi, può non indossare la mascherina chi correre al parco, in strada e nei centri sportivi all’aperto. Questo vale sia per chi fa jogging da solo che in compagnia, purché venga rispettata la distanza interpersonale di almeno 2 metri.

Lo prevede espressamente l’ultimo decreto approvato dal Governo:

“Sono esonerati dalla mascherina i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva.”

Ciò perché durante la corsa - e in generale l’attività fisica intensa - indossare la mascherina a copertura di naso e bocca significherebbe respirare più anidride carbonica che ossigeno.

In ogni caso, l’indicazione delle Autorità è fare jogging in luoghi poco affollati, meglio se da soli. Lo stesso vale per altre tipologie di allenamento, come gli esercizi a corpo libero all’aperto.

Se è impossibile rispettare il distanziamento sociale è opportuno mettere la mascherina, ma in tal caso si consiglia di svolgere un’attività ridotta (come la corsa lenta) per non affaticare le vie respiratorie.

Passeggiare: con o senza mascherina? Dipende dal luogo


Per chi fa jogging non ci sono dubbi: la mascherina non è obbligatoria in quanto questa è un’attività sportiva intensa, invece chi esce per una semplice passeggiata deve indossarla? La risposta a questa domanda è sì, a meno che non si rechi in luoghi desolati come sentieri di campagna, nel bosco o nel proprio orto. Chi viene sorpreso dalle autorità mentre cammina a passo sostenuto senza mascherina rischia la multa da 400 a 1.000 euro, anche se rispetta il distanziamento sociale tra gli altri pedoni.

Ci sono dei limiti orari per correre e camminare all’aperto?


Si può fare jogging, passeggiare e ogni altro tipo di attività motoria senza particolari limitazioni orarie, a meno che le ordinanze regionali o locali non prevedano fasce orarie o restrizioni di altro genere. Ad esempio non si può correre durante il coprifuoco in Lombardia, Lazio e Campania e, in quest’ultima regione, si può fare jogging sul lungomare, in centro storico e parchi pubblici solo dalle 6.00 alle 8.30.

In bici con la mascherina?

Andare in bici è considerato attività sportiva per cui la mascherina non è obbligatoria. Tuttavia chi utilizza la bicicletta per uscire, fare commissioni e andare al lavoro dovrebbe sempre averla a portata di mano, meglio ancora se abbassata sul mento, in modo da poterla indossare quando si rallenta, al semaforo in sosta, al momento delle operazioni di parcheggio e se pedala a passo d’uomo in luoghi affollati di pedoni.

Per i ciclisti che pedalano su strade isolate, invece, la mascherina è sempre esclusa poiché potrebbe compromettere la respirazione.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories