Jogging con o senza mascherina? Cosa dice il DPCM

Isabella Policarpio

11 Dicembre 2020 - 15:44

18 Dicembre 2020 - 12:32

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Serve la mascherina per fare jogging e attività fisica? E per le camminate a passo svelto? Regole da rispettare e sanzioni.

Jogging con o senza mascherina? Cosa dice il DPCM

Jogging senza mascherina, così dice il DPCM in vigore; anzi, per essere precisi, la mascherina non è obbligatoria durante l’attività sportiva in generale.

Chi va a correre non deve indossarla, mentre chi preferisce le passeggiate a passo sostenuto è obbligato a portare la mascherina per tutto il tempo, tranne in qualche eccezione (che vedremo).

Ecco le regole in vigore, quando scatta l’obbligo della mascherina e come evitare le multe.

Jogging senza mascherina, lo dice il governo

Chi esce per fare jogging - attività consentita in tutte e tre le zone di rischio - può non indossare la mascherina, anche se corre in compagnia di un amico (con le dovute distanze di sicurezza).

Che la mascherina protettiva non serva, lo prevede espressamente l’ultimo DPCM:

“Sono esonerati dalla mascherina i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva.”

Andare a correre, infatti, è considerato “attività sportiva” e non motoria, e pertanto non vi è l’obbligo di indossare i presidi di protezione individuali.

Lo ha precisato una circolare del Viminale:

“La mera passeggiata e non la corsa, anche quella svolta con finalità amatoriali, in quanto riconducibile ad attività sportiva” quindi “jogging e footing potranno continuare a svolgersi senza obbligo di mascherina.”

E la distanza di sicurezza?

Chi fa jogging senza mascherina non rischia nessuna sanzione. Tuttavia è sempre obbligatorio rispettare la distanza con i passanti e le altre persone che fanno sport: durante la corsa la distanza interpersonale obbligatoria passa da uno a due metri.

Chi non la rispetta può essere ammonito e multato con una sanzione amministrativa da 400 a 1000 euro.

Passeggiate a passo svelto: serve la mascherina

Regole diverse per chi cammina a passo svelto o fa una semplice passeggiata: queste attività non sono considerate “sport” e quindi resta in vigore l’obbligo di indossare la mascherina, anche al parco pubblico.

La distanza di sicurezza interpersonale, però, è di un metro e non due.

Come si è anticipato, la normativa prevede delle eccezioni all’obbligo di indossare la mascherina mentre si cammina: questa può essere tolta o abbassata se si va a camminare in luoghi desolati dove è improbabile incontrare altre persone, ad esempio boschi, sentieri di montagna e in campagna.

Jogging e passeggiate: dove si può andare?

Per capire dove si può andare a correre e passeggiare e quanto ci si può allontanare da casa, bisogna controllare le regole in vigore in base alla regione in cui si abita:

  • in zona rossa è consentito fare attività motoria in prossimità della propria abitazione (il DPCM non indica entro quanti metri);
  • in zona arancione si può fare jogging, passeggiare e altri sport in forma individuale senza uscire dal comune di residenza;
  • in zona gialla è consentito andare a correre o camminare ovunque, anche in un altro comune, provincia o regione (senza uscire dall’area gialla).

Iscriviti alla newsletter

Money Stories