Coronavirus, FMI: “L’Europa è già in profonda recessione”

Per il Fondo Monetario Internazionale, l’epidemia di coronavirus ha già provocato una profonda recessione in Europa

Coronavirus, FMI: “L'Europa è già in profonda recessione”

L’Europa è già in una recessione profonda, ha detto il Fondo Monetario Internazionale. Per una forte risposta continentale alla pandemia di coronavirus, ha detto l’organismo, sono fondamentali il rilassamento delle regole fiscali della zona euro e il supporto di BCE e MES.

Europa è in recessione, dice il FMI

Non sappiamo quanto durerà la crisi, ma sappiamo che l’impatto economico sarà grave”, ha detto il direttore europeo del FMI, Poul M. Thomsen, in un post sul sito dell’organismo.

Nelle maggiori economie europee, ha spiegato Thomsen, ogni mese in cui i servizi non essenziali rimangono chiusi come parte delle misure di contenimento, “si registra un calo del 3% del PIL annuo”. Pertanto, “una profonda recessione europea quest’anno è una conclusione appurata”.

Gli interventi su larga scala della BCE e l’utilizzo del MES per sostenere gli sforzi fiscali nazionali possono permettere ai Paesi con alto debito pubblico, Italia in testa, di reagire con forza alla crisi.

L’Europa, però, è al momento letteralmente spaccata in due sull’eventualità degli euro bond, che per il momento drammatico in cui versa il continente sono stati rinominati “corona bond”.

Coronavirus, Georgieva: “Recessione nel 2020, poi ripresa”

È fosco anche lo scenario internazionale. “Abbiamo riassestato le nostre prospettive di crescita per il 2020 e il 2021. È ormai chiaro che siamo entrati in una recessione grave o forse più di quella del 2009. Prevediamo comunque una ripresa nel 2021”, ha detto la direttrice bulgara del FMI Kristalina Georgieva ai giornalisti nel corso di una conferenza stampa.

La più grande preoccupazione derivanti dagli effetti di un prolungato arresto dell’economia mondiale, secondo il Fondo Monetario, è il rischio di un’ondata di bancarotte che possono “erodere il tessuto della nostra società”.

Georgieva ha detto che il FMI sta spingendo affinché gli Stati approvino misure di contenimento più aggressive così “possiamo abbreviare la durata”, “finché l’economia è ancora in piedi”.

“I Paesi”, ha proseguito Georgieva, “stanno facendo tutto il possibile sul fronte fiscale e monetario. Abbiamo sentito dai nostri membri delle decisioni impressionanti prese negli ultimi giorni”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su FMI

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO