Corea del Nord: crollo dell’economia con il Covid. Kim Jong-un prepara il piano di rilancio

Riccardo Lozzi

30 Dicembre 2020 - 19:30

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Kim Jong-un prepara il congresso per rilanciare l’economia della Corea del Nord crollata con il Covid-19. Ecco quali potrebbero essere le prossime mosse per evitare il tracollo finanziario.

Corea del Nord: crollo dell'economia con il Covid. Kim Jong-un prepara il piano di rilancio

In Corea del Nord si stanno tenendo i preparativi per il congresso previsto a gennaio, il primo dal 2016, anno in cui Kim Jong-un è stato ufficialmente proclamato presidente del Partito dei Lavoratori (l’unico presente nel Paese), e durante il quale aveva annunciato il precedente piano quinquennale.

Per il leader nordcoreano si tratta di un’importante sfida per rilanciare un’economia che vede i suoi indicatori principali in picchiata da quando, 9 anni fa, è succeduto al padre Kim Jong-il.

Un andamento ulteriormente peggiorato nel 2020 con la pandemia da Covid-19, a causa della chiusura dei confini nei confronti della Cina, la quale rappresenta il più importante partner commerciale.

La decisione adottata per combattere il contagio da coronavirus ha causato una contrazione del PIL dell’8,5%, secondo un documento pubblicato da Fitch Solutions, e un crollo del commercio dell’80%.

Corea del Nord: crollo dell’economia con il Covid

Kim Jong-un è quindi chiamato a elaborare un nuovo piano con l’obiettivo di favorire la ripresa economica e, di conseguenza, consolidare la sua leadership.

In estate il presidente della Repubblica Popolare Democratica di Corea aveva cercato di correre ai ripari per migliorare la situazione interna sostituendo il proprio responsabile delle finanze.

La Corea del Nord paga però l’isolamento economico e le sanzioni internazionali applicate per il proprio programma missilistico.

Inoltre, se con Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti era stato avviato un processo di disgelo tra i due Paesi, i rapporti potrebbero cambiare nuovamente con Joe Biden alla Casa Bianca.

Con l’ex vicepresidente di Obama al capo del Governo USA, come riportato da diversi osservatori politici, Kim Jong-un dovrà rinunciare almeno in parte ai suoi armamenti per ricevere qualche aiuto economico.

Biden potrebbe infatti non essere disposto a seguire la stessa strategia diplomatica di Trump.

Kim Jong-un prepara il piano di rilancio

Sono diverse le misure che si ipotizza Kim potrebbe adottare in futuro, tra cui: la graduale riapertura delle frontiere, lo sviluppo di nuove riforme per una maggiore liberalizzazione del mercato e la creazione di resort turistici.

Nel frattempo, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe già iniziata la campagna di vaccinazione per i cittadini nordcoreani, nonostante il regime di Pyongyang abbia affermato di non aver avuto nessun caso di Covid all’interno dei propri confini.

Vista la situazione difficile che si trova ad affrontare, per rendere efficace la nuova strategia che si prepara ad annunciare, Kim Jong-un dovrà provare a rilanciare le proprie relazioni commerciali con la Cina e allentare le tensioni sia con gli Stati Uniti che con la vicina Corea del Sud.

In caso contrario, la Corea del Nord si troverebbe a subire ulteriori perdite, mettendo a rischio il sostentamento della popolazione locale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories