Borse caute: pesa incognita europee e mosse Bce. Milano maglia nera, terremoto giudiziario su bancari

I mercati soffrono della crisi da sondaggio e restano cauti in attesa dei risultati delle europee e delle mosse della Bce di giugno. Intanto una bufera giudiziaria su UnipolSai e Carige pesa a piazza affari che chiude come maglia nera d’Europa

Siamo alla vigilia della tornata elettorale europea e si sente. Le borse restano vigili e scambiano con cautela, in attesa del risultato tra domenica notte e lunedì delle elezioni europee. Altra incognita che pesa sui mercati europei sono le prossime mosse dalla Bce che, nell’appuntamento di giugno, potrebbe intervenire sui tassi di interesse.

Piazza affari si avvia alla chiusura con indosso la maglia nera d’Europa. A pesare sul listino italiano i forti scambi sui bancari, soprattutto su Unipol sospesa per eccesso di ribasso dopo la notizia dell’indagine della procura per aggiotaggio su Cimbri.

Europee e Bce
I mercati europei soffrono la sindrome da sondaggio. E sul mercato dei titoli di stato italiano in particolare è tornata la volatilità a causa di diversi fattori: i dati deludenti del Pil del primo trimestre del 2014, l’attesa per le prossime mosse di Draghi e l’avanzata dei partiti populisti ed euroscettici.

E l’oscillare dei sondaggi, quelli non ufficiali che comunque girano in questi giorni, fanno impazzire i traders. E’ vero che il Pd è sceso sotto il 30% e lunedì si preannuncia una crisi di governo con conseguente terremoto su Piazza affari? oppure è vero il contrario e lunedì tornerà la calma piazza sui mercati?

L’ultima parola spetta soltanto alle urne. E probabilmente dal successo o meno dei partiti euroscettici in Europa dipenderanno anche le prossime mosse della Bce per quanto riguarda i tassi di interesse da fissare per giugno. Come abbiamo già spiegato in questo precedente articolo, la vittoria dei partiti euroscettici potrebbe convincere Draghi ad adottare misure straordinarie e inaspettate, per esempio operazioni di quantitative easing.

Piazza affari maglia nera
Piazza affari si avvia a chiudere la seduta di oggi come maglia nera d’Europa. Al momento il Ftse Mbi viaggia a -1,40% a 20.309,59 punti.

A Milano forti vendite su Unipol (-3,72%), sospesa per eccesso di ribasso e poi riammessa dopo la notizia dell’indagine per aggiotaggio della Procura di Milano a carico dell’ad Carlo Cimbri per presunti illeciti nell’operazione di fusione di UnipolSai.

Terremoto giudiziario anche per Banca Carige, con sette ordinanze di custodia cautelare in carcere e di arresti domiciliari per truffa, associazione per delinquere transnazionale, l’intestazione fittizia e il riciclaggio. Il titolo di banca Carige non sembra soffrire particolarmente a Milano (+1,45%). In controtendenza Mediaset (+2,75%) con il mercato che scommette sull’imminente cessione di Mediaset Premium, asset che secondo uno studio di Credit Suisse potrebbe valere fino a 1,1 miliardi di euro.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.