Borsa Oggi, 18 giugno 2020: Ftse Mib chiude in rosso, bene Prysmian

Luca Fiore

18/06/2020

28/05/2021 - 09:41

condividi

Dopo una prima parte positiva, la Borsa oggi ha chiuso con il segno meno in scia delle tensioni legate alla diffusione del virus. Sul Ftse Mib performance positiva per Prysmian.

Borsa Oggi, 18 giugno 2020: Ftse Mib chiude in rosso, bene Prysmian

Dopo un inizio in cui la Borsa oggi ha fatto registrare un rialzo, il Ftse Mib ha terminato in rosso in scia del ritorno delle tensioni dal fronte pandemia: per quanto riguarda gli Stati Uniti, nuovi record di casi sono stati registrati in Texas, Florida e Arizona (e l’incremento delle ospedalizzazioni esclude che l’incremento sia legato al numero di tamponi effettuati), mentre in Cina le autorità hanno dichiarato lo stato di allerta 2, chiudendo le scuole a Pechino e imponendo tamponi a chi vuole lasciare la capitale.

Situazione ancora peggiore in Brasile, dove il numero dei nuovi contagi sfiora le 35 mila unità.

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, l’eurodollaro passa di mano a 1,12307, -0,11% sul dato precedente, mentre il future con consegna settembre sul Brent sale di oltre un punto percentuale a 41,2 dollari il barile.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib in calo, bene Prysmian

In chiusura di seduta, il Ftse Mib si è fermato a 19.485,76 punti, -0,51% rispetto al dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 182 punti base.

Sul listino di Milano performance positiva di Prysmian (+1,63%) dopo la nomina di Jan Schindler, market intelligence manager telecom business del gruppo, a membro del Consiglio di amministrazione di Ftth Council Europe.

In rosso invece Fiat Chrysler (-0,31%) che, dopo la notizia dell’avvio dell’indagine delle autorità europee sul matrimonio con PSA, ha incassato giudizi positivi da Hsbc e Jefferies ed annunciato che diversi impianti in Nord America non osserveranno la tradizionale chiusura estiva.

Parità di Atlantia (-0,03%) che, stando alle indiscrezioni, avrebbe inviato una lettera alla Commissione Ue chiedendole di intervenire nella disputa con il governo (Atlantia denuncia il governo all’UE: trapelata una lettera carica di accuse).

Nel comparto bancario la Popolare di Sondrio ha terminato con un +3,69% dopo la notizia della cessione di un pacchetto di sofferenze da 1 miliardo di euro.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: Ftse Mib piatto, vola Astaldi

A metà seduta, il Ftse Mib scambia in perfetta parità a 19.585,83 punti. Segni meno invece a Francoforte (-0,4%), Londra (-0,12%), Parigi (-0,56%) e Madrid (-1,01%).

Banche sotto i riflettori nel giorno della pubblicazione dei risultati dell’offerta di liquidità da parte della BCE (TLTRO III: risultati da record storico per la BCE). Lieve segno meno per lo spread a 182 punti base.

In particolare, Mps guadagna l’1,48% in attesa di presentare alla BCE un piano di ristrutturazione che prevede la cessione di 9,7 miliardi di euro di crediti in sofferenza.

Seduta a due velocità per Juventus (-4,22%), sconfitta ieri nella finale di Coppa Italia dal Napoli, e Astaldi (+13%), dopo la presentazione dei conti.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib sale di mezzo punto percentuale

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi passa di mano a 19.685,62 punti, mezzo punto percentuale in più rispetto al dato precedente. Parità invece per il Dax e segni meno per Ftse100 (-0,3%), Cac40 (-0,25%) e Ibex (-0,37%).

In apertura di seduta, lo spread con i titoli tedeschi non fa registrare variazioni di rilievo a 179 punti base.

Tra i titoli in particolare evidenza oggi, 18 giugno 2020, troviamo Fiat Chrysler (-0,12%) dopo la notizia giunta ieri pomeriggio sull’apertura di un’indagine approfondita da parte della Commissione europea sulla proposta di fusione con Peugeot-Psa (FCA-PSA nel mirino dell’UE: aperta indagine sulla fusione).

Banche sotto i riflettori nel giorno della pubblicazione dei risultati dell’offerta di liquidità da parte della BCE (TLTRO III). In avvio Intesa Sanpaolo segna un +0,73%, UniCredit sale dello 0,89% e Banco BPM segna un +0,36%.

Mps (+1,15%), secondo quanto riportato dai giornali in edicola, entro la fine del mese presenterà alla BCE un piano di ristrutturazione che prevede la cessione di 9,7 miliardi di euro di crediti in sofferenza.

Per quanto riguarda il salvataggio di Banca Popolare di Bari, ieri il Ministero dell’Economia ha autorizzato il versamento di 430 milioni di euro destinati al rilancio dell’istituto pugliese (Popolare di Bari: dal Tesoro un via libera da €430 milioni. E adesso?).

Andamento delle Borse Asia

Andamento contrastato per i listini asiatici: ad Hong Kong l’indice Hang Seng segna un -0,21%, il TSE China A50 quota in rialzo di mezzo punto percentuale ed il Nikkei ha chiuso con un -0,45%. L’indice australiano, lo S&P/ASX 200, ha invece terminato in rosso di quasi un punto percentuale (-0,92%).

Wall Street chiude in rosso

Le tensioni sulla diffusione della pandemia hanno finito per penalizzare i listini a Wall Street: il Dow Jones ha terminato la seduta con -0,65%, lo S&P500 ha segnato un -0,36% ed il Nasdaq ha chiuso con un +0,15%.

Argomenti

# Borse
# Italia

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.