Bonus nido 2020 e bonus baby sitter sono cumulabili? Il messaggio INPS

Teresa Maddonni

02/04/2020

27/04/2021 - 16:41

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Bonus nido 2020 e bonus baby sitter sono cumulabili? Il messaggio INPS del 1° aprile ha chiarito la questione sulla compatibilità tra i due benefici dopo l’entrata in vigore del decreto Cura Italia.

Bonus nido 2020 e bonus baby sitter sono cumulabili? Il messaggio INPS

Il bonus nido 2020 e il bonus baby sitter sono cumulabili? Il messaggio INPS n.1447 del 1° aprile è intervenuto per fare chiarezza sulla questione a seguito di numerose richieste di delucidazioni.

Il messaggio è arrivato in una giornata molto burrascosa per l’Istituto con un sito in tilt anche per l’avvio dei termini per l’invio delle domande per richiedere anche il bonus baby sitter da 600 euro e una pesante violazione della privacy degli utenti.

Con il messaggio l’INPS ha tenuto a precisare la possibilità di cumulare il bonus nido 2020, vale a dire il rimborso per la retta dell’istituto nel mese in cui è stato sospeso il servizio (e con buona probabilità per quello che verrà) e il bonus baby sitter che le famiglie possono richiedere in alternativa al congedo parentale COVID-19 e che diventa di 1.000 euro per il personale sanitario secondo quanto stabilito dal decreto Cura Italia. Vediamo cosa dice in merito alla cumulabilità del bonus nido 2020 e bonus baby sitter il messaggio dell’INPS.

Bonus nido 2020 e bonus baby sitter cumulabili: il messaggio INPS

Il bonus nido 2020 e il bonus baby sitter sono cumulabili come il messaggio INPS n.1447 del 1° aprile chiarisce. In particolare l’Istituto si riferisce al rimborso della retta dell’asilo già pagata per il mese di marzo quando tuttavia i servizi educativi pubblici e privati di ogni ordine e grado sono stati chiusi per effetto del DPCM del 4 marzo 2020.

Nel messaggio l’INPS interviene con un chiarimento ai mille dubbi dei genitori in merito alla possibile cumulabilità delle due misure. Si legge nel messaggio che:

Tenuto conto del quadro normativo di riferimento, è emersa la questione relativa alla possibilità di erogare il bonus asilo nido, ai sensi dell’articolo 3 del D.P.C.M. 17 febbraio 2017, durante il predetto periodo di sospensione dei servizi educativi, anche eventualmente in cumulo con il nuovo bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting di cui agli articoli 23 e 25 del citato decreto-legge.

L’INPS proseguendo nel messaggio ha ribadito che il bonus nido 2020 viene erogato previa attestazione del pagamento effettivo della retta mensile dell’istituto di riferimento e viene elargito indipendentemente dal fatto che il bambino abbia frequentato o meno il nido.

La documentazione viene inviata all’INPS alla fine del mese o anche inderogabilmente entro il 1° aprile dell’anno successivo. Il bonus nido 2020 tiene conto del semplice pagamento della retta che sia mensile o in un’unica soluzione annuale dal momento che il bambino può sempre assentarsi a causa per esempio di periodi di malattia.

Ciò premesso e ribadito l’INPS chiarisce che minimamente il bonus nido 2020 (il rimborso della retta del mese di marzo) in cui il bambino non ha frequentato l’istituto perché chiuso da disposizioni governative viene meno e soprattutto questo non va in contrasto con il bonus baby sitter.

Il bonus baby sitter e il bonus nido 2020, qualora il genitore attesti l’effettivo pagamento della retta per il mese di marzo precedenti e successivi, sono cumulabili.

Bonus nido 2020: modifica mensilità

Nel messaggio 1447 dell’INPS non solo chiarisce la compatibilità e quindi la cumulabilità del bonus nido 2020 e del bonus baby sitter, ma ricorda in merito al rimborso della retta una questione importante riguardo la modifica delle mensilità.

L’Istituto ricorda come abbiamo visto che per il bonus nido 2020 è necessario presentare la documentazione della retta pagata e non della frequenza del minore pertanto il mese di marzo anche se chiuso l’Istituto e anche se si è fatta domanda per il bonus baby sitter verrà rimborsato. INPS ribadisce che è possibile effettuare la variazione dei mesi di rimborso richiesti nella domanda attraverso l’apposito servizio sul sito accedendo:

  • all’applicativo del bonus asilo nido;
  • “variazioni domanda/invia richiesta”;
  • “motivo richiesta variazione” ;
  • “sostituzione mensilità richieste”.

Fatto salvo che il bonus nido 2020 verrà corrisposto, per modificare la domanda è consigliabile aspettare qualche giorno dal momento che in queste ore calde si registra un malfunzionamento del sito INPS per sovraccarico.

Iscriviti alla newsletter