Biden potrebbe aumentare la produzione di vaccini

Marco Ciotola

28/12/2020

18/06/2021 - 13:42

condividi

Il neopresidente eletto potrebbe invocare il Defense Production Act per aumentare la produzione di vaccini anti-Covid. Lo scenario

Joe Biden potrebbe invocare il Defense Production Act per aumentare la produzione di vaccini anti-Covid.

Ad anticipare lo scenario è Celine Gounder, membro del Covid-19 Advisory Board facente capo proprio al neo-presidente USA, e paragonabile per grandi linee al nostro Comitato Tecnico Scientifico.

Durante un’intervista rilasciata alla CNBC, Gounder ha fatto notare come si mostrino alte le probabilità che Biden, una volta in carica il mese prossimo, spinga per aumentare la produzione dei vaccini contro il coronavirus.

Da qui appunto il Defence Production Act, ovvero una legge che disciplina gli standard di produzione in tempi di guerra e scenari d’emergenza, e consente al Presidente degli Stati Uniti di obbligare le aziende a dare la priorità a tutta quella produzione che può essere collegata direttamente alla sicurezza nazionale:

“L’idea è di assicurarsi che sia i dispositivi di protezione individuale, sia la capacità di effettuare test che tutte le materie prime necessarie alla produzione dei vaccini siano presenti in quantità più che adeguate”,

ha spiegato Celine Gounder.

Biden potrebbe aumentare la produzione di vaccini

La mossa del neo-presidente potrebbe aiutare gli Stati Uniti a proteggere componenti e prodotti specializzati necessari alla produzione dei vaccini anti-Covid.

Il team di Biden - spiega quindi Gounder - sta valutando se invocare o meno il Defence Production Act. Il New York Times la scorsa settimana ha scritto che già Pfizer, colosso che ha realizzato uno dei due vaccini Covid approvati per uso d’emergenza negli Stati Uniti, aveva chiesto all’amministrazione Trump a settembre un aiuto simile, necessario per ottenere forniture chiave per la produzione.

Allora l’amministrazione del tycoon non replicò al colosso farmaceutico. Ecco perché ora l’ipotesi - paventata dallo stesso Times - potrebbe essere proprio quel Defense Production Act utile a garantire a Pfizer “un più facile accesso a circa nove prodotti specializzati di cui ha bisogno per realizzare il vaccino”.

Per il momento Gounder - parte del Covid-19 Advisory Board - non ha spiegato come Biden intende servirsi della legge: se ad esempio privilegiando la produzione Pfizer o redistrubuendo in maniera equa le componenti.

Intanto negli Stati Uniti circa 2 milioni di cittadini hanno ricevuto il vaccino a partire dallo scorso sabato, stando ai dati dei Centers for Disease Control and Prevention.

Iscriviti a Money.it