Modello F24

l Modello F24 viene utilizzato in Italia per il pagamaento di una molteplicità di tributi, contributi e premi da parte di detentori o meno di partita iva, con l’unica differenza che i primi sono obbligati ad effettuare il versamento mediante modalità telematica, mentre i secondi possono farlo anche presso agenti della riscossione, Banche convenzionate e Uffici Postali.

In Italia, ormai da anni, vengono utilizzati diversi strumenti per effettuare versamenti ed i più usati risultano essere:

  • Modello F24: per il pagamento di tributi, contributi e premi. Esso viene definito “unificato” perché permette al contribuente di effettuare con un’unica operazione il pagamento delle somme dovute, compensando il versamento con eventuali crediti;
  • Modello F24 Elementi identificativi (ELIDE): per versamenti i quali richiedono specifiche informazioni che mediante Modello F24 non possono essere fornite. Non può essere utilizzato per pagamenti che prevedono la compensazione con crediti;
  • Modello F23: versamenti che riguardano tasse, imposte e sanzioni.

Modello F24, ultimi articoli su Money.it

Fattura elettronica, cambia la scadenza del bollo: novità nel Milleproroghe 2020

Pubblicato il 5 febbraio 2020 alle 15:22

Ancora novità sulla scadenza dell’imposta di bollo sulla fattura elettronica: un emendamento del Governo al Decreto Milleproroghe 2020 modifica la periodicità di pagamento, e solo per importi non superiori a 250 euro si potrà contare su una riduzione del termine trimestrale.

Controlli Agenzia delle Entrate, come pagare solo una quota

Pubblicato il 5 febbraio 2020 alle 11:03

Controlli Agenzia delle Entrate, chi ha ricevuto una comunicazione può pagare solo una quota dell’importo totale dovuto al Fisco grazie all’istituzione di nuovi codici tributo. Vediamo come e in quali casi: la novità si trova nella risoluzione AdE n. 4/E del 4 febbraio 2020.

Novità modello F24: da marzo esteso alla registrazione degli atti privati

Pubblicato il 29 gennaio 2020 alle 10:05

Novità in arrivo per il modello F24, che da marzo fino ad agosto affiancherà il modello F23 per la registrazione degli atti privati. Dal 1° settembre termina la fase transitoria e può essere usato solo il modello F24: lo stabilisce l’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 27 gennaio.

Ritenuta d’acconto autonomi maggiore del 20%: si può fare?

Pubblicato il 8 gennaio 2020 alle 16:29

Ritenuta d’acconto superiore al 20 per cento: si può fare? La possibilità di trattenere un importo maggiore presenta vantaggi sia per il lavoratore autonomo che per il sostituto d’imposta. Analizziamo di seguito le regole previste.

Tasse scolastiche, dal 2020 si pagano col modello F24. Ecco i codici tributo

Pubblicato il 18 dicembre 2019 alle 17:30

Dal 1° gennaio 2020 si potranno pagare le tasse scolastiche tramite modello F24. L’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo con la risoluzione n. 106 del 17 dicembre 2019. La novità è stata introdotta dal Decreto Crescita, e rientra tra le misure antievasione.

|