Video di Eminem contro Trump: ecco tutte le celebrità che hanno contestato il Presidente

icon calendar icon person
Video di Eminem contro Trump: ecco tutte le celebrità che hanno contestato il Presidente

Con un video il rapper Eminem si scaglia contro Donald Trump definendolo un “kamikaze”. Ecco tutte le celebrità che lo hanno preceduto nella protesta verso il tycoon.

Che Donald Trump non fosse mai stato particolarmente amato da Eminem era una cosa già nota, ma il video andato in onda durante i BET Hip Hop Awards è un vero e proprio attacco frontale del rapper nei confronti del Presidente.

Con un freestyle dalla durata di oltre quattro minuti, Eminem come sua abitudine si scaglia senza troppi giri di parole contro Donald Trump, definendolo un “kamikaze che provocherà un olocausto nucleare”.

Ma non sono queste le sole accuse rivolte al tycoon, attaccato anche sul tema del razzismo tanto che il rapper arriva a dire ai suoi fan che chi sostiene il Presidente non può stare dalla sua parte.

Oltre a grane come il Russiagate e la Corea del Nord, Donald Trump da sempre deve fronteggiare anche la forte opposizione interna da parte del mondo delle celebrità, con Eminem che è solo l’ultima di una lunga lista di star che hanno anche palesemente espresso tutto il proprio disappunto verso il tycoon.

Il video di Eminem contro Trump

Era un po’ di tempo che non si sentiva parlare di Marshall Bruce Mathers III, meglio conosciuto da tutti come Eminem. A quattro anni dall’uscita del suo ultimo disco e dopo un periodo lontano dalle luci della ribalta, ecco che il rapper torna a far parlare di se.

L’occasione sono i BET Hip Hop Awards, momento in cui viene mandato in onda un video dove Eminem è in un parcheggio di Detroit, la sua città. Felpa nera col cappuccio alzato a coprire la nuca, in uno scenario più che mai post moderno ecco che il rapper in un freestyle, soltanto voce e parole in rima, fa uscire fuori tutto il suo disprezzo verso Donald Trump.

Quattro minuti e trenta secondi dove Slim Shady parla del Presidente come un kamikaze che potrebbe provocare un olocausto nucleare, il cui unico vanto è quello di sbandierare il suo razzismo contro gli immigrati.

Una lunga serie di attacchi quelli di Eminem contro l’attuale inquilino della Casa Bianca che terminano con l’emblematica frase “amiamo i nostri militari, amiamo il nostro paese ma odiamo Trump”.

Subito dopo la messa in onda, il video è diventato immediatamente virale tanto che in nemmeno due giorni ha già totalizzato più di 18 milioni di visualizzazioni. Una netta presa di posizione questa di Eminem che va ad aggiungersi alle tante arrivate da altre celebrità negli ultimi mesi, con il Presidente che è dato sempre più in difficoltà dopo neanche un anno alla guida degli Stati Uniti.

Le celebrità contro Trump

Quando le elezioni negli Stati Uniti hanno messo di fronte la candidata democratica Hillary Clinton al repubblicano Donald Trump, quasi la totalità dello star system americano si è schierato a favore della ex first lady.

Robert De Niro infatti sponsorizzò così la Clinton “ha fatto il suo dovere. Con lei non ci saranno sorprese, si è guadagnata il diritto di essere presidente e capo degli Stati Uniti”, ma non fu il solo.

Anche altre celebrità come la cantante Beyoncé, l’ereditiera Kim Kardashian, l’ex stella della NBA Magic Johnson e l’attrice Salma Hayek fin da subito non hanno fatto mancare il loro supporto nei confronti di Hillary Clinton, senza contare poi tutte le altre star che facevano il tifo per l’altro candidato democratico in corsa nelle primarie, Bernie Sanders.

L’attore Mike Ruffolo fu anche uno dei padri di una raccolta firme, che raggiunse quota 100, di celebrità di Hollywood che si scagliavano contro la candidatura di Donald Trump alla Casa Bianca.

Anche dopo la vittoria di Donald Trump, con molti che ironizzavano sul fatto che al tycoon fosse bastato soltanto tra le star l’appoggio di Mike Tyson per sconfiggere la Clinton, le proteste non si sono comunque placate.

Oltre alla polemica con i giocatori della NFL che si inginocchiano durante l’inno nazionale prima delle partite, provocando ogni volta la furia via Twitter di Trump, non sono mancate altre proteste plateali da parte di celebrità come la manifestazione di piazza organizzata da Robert De Niro e Michael Moore.

L’elenco quindi delle star contro Donald Trump è molto lungo. Se poi pensiamo che alla fine non siamo neanche a un anno dal suo insediamento, il sentore è che queste proteste dureranno ancora a lungo.

Segui Money.it su Facebook

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Donald Trump

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Chiudi [X]