Vaccino, Arcuri: “A settembre italiani tutti vaccinati ma qualcosa può andare storto”

Mario D’Angelo

6 Dicembre 2020 - 18:11

6 Dicembre 2020 - 18:13

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Ecco cosa può ancora andare storto nella campagna di vaccinazione secondo Domenico Arcuri

Vaccino, Arcuri: “A settembre italiani tutti vaccinati ma qualcosa può andare storto”

Tutti gli italiani saranno vaccinati entro settembre 2021. Lo ha detto il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri intervenendo a Mezz’ora in più. Il manager ha aggiunto che la campagna del Governo non coinvolgerà soltanto i cittadini, ma anche i migranti.

Sarebbe molto importante che tutte le persone che attraversano le nostre strade, e che non lo facciano clandestinamente, possano essere sottoposte alla vaccinazione”, ha detto Arcuri.

Italiani tutti vaccinati a settembre 2021, dice Arcuri

Prima dell’inizio del prossimo autunno – e della nuova stagione influenzale – tutti gli italiani e le italiane dovrebbero ricevere l’iniezione di vaccino anti Covid-19. Questo, almeno, se tutto andrà secondo cronoprogramma, che prevede l’approvazione dei candidati vaccini da parte dell’Agenzia europea e, quindi, dell’Aifa; poi dovrebbe iniziare la campagna di vaccinazione a inizio gennaio.

Arcuri ha quindi precisato che sarà ragionevole vaccinare anche chi ha già avuto il coronavirus. Tuttavia sarà più urgente somministrare i vaccini a “chi non ha avuto il Covid perché non ne è immune”. Anche per i guariti, tuttavia, “il periodo di immunità si concluderà”.

Quanto poi ai luoghi in cui verranno effettuate le vaccinazioni di massa, il commissario ha detto che “saranno evocativi e daranno il senso di come tutti stiamo uscendo da una grande tragedia”. Questi saranno 300 presidi ospedalieri che, ha detto Arcuri, sono già stati individuati.

A breve, inoltre, sarà lanciata una chiamata “per 20 mila italiani professionalizzati, tra infermieri e medici, che possano aiutarci nella campagna di vaccinazione”.

Le prime dosi ad arrivare dovrebbero essere quelle prodotte da Pfizer e Moderna.

Vaccini, cosa può ancora andare storto secondo Arcuri

C’è una sola ragione per la quale questo piano possa andare male – ha detto Arcuri – che gli enti preposti non autorizzino una quantità di imprese sufficiente a mettere tutta la popolazione del mondo che lo vorrà nelle condizioni di essere vaccinata”.

In Italia, ha precisato Arcuri, arriveranno 202 milioni di dosi. Dato che per essere efficace bisogna fare due iniezioni, il vaccino potrà essere somministrato a 101 milioni di persone.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories