Test Medicina 2020: ricorsi causa COVID-19 in arrivo. Salta tutto?

Test Medicina 2020: i ricorsi a causa del COVID-19 sono in arrivo anzi c’è già chi si è mobilitato in tal senso. Si tratta di coloro che essendo positivi o in quarantena non hanno potuto partecipare alla prova.

Test Medicina 2020: ricorsi causa COVID-19 in arrivo. Salta tutto?

Test Medicina 2020: moltissimi potrebbero essere i ricorsi in arrivo a causa del COVID-19, ma perché? E soprattutto se così fosse rischierebbe di saltare la prova del 3 settembre?

Lo scorso giovedì si è tenuto il tanto atteso test di Medicina del 2020 con nuove regole per evitare i contagi in periodo di pandemia. Nuove regole che hanno visto gli aspiranti camici bianchi cimentarsi nel test con la mascherina e nella sede universitaria in prossimità del proprio luogo di residenza come stabilito al fine di contenere gli spostamenti di massa e con tanto di autocertificazione.

Ovviamente tra le nuove regole anche quelle che impediscono a chiunque abbia una temperatura corporea superiore a 37,5 gradi, sia in sorveglianza domiciliare o positivo al virus di partecipare al test di Medicina 2020.

I ricorsi per il test di Medicina sono frequenti e tornano ogni anno; la situazione quest’anno tuttavia potrebbe complicarsi con i ricorsi a causa del COVID-19 di chi il test di Medicina 2020, in piena emergenza sanitaria, non ha potuto sostenerlo.

Test Medicina 2020: ricorsi COVID-19 in arrivo

A seguito della mancata partecipazione al test di Medicina 2020 molti potrebbero essere i ricorsi per COVID-19 in arrivo. Siamo in stato di emergenza ed effettivamente, data la situazione straordinaria che il mondo intero sta vivendo, per tutti i concorsi pubblici si sarebbe dovuta già trovare una soluzione per i casi di positività da COVID-19, specie per quanto concerne il test di Medicina 2020 che quest’anno ha contato oltre 66mila domande.

E se da una parte il Codacons lancia il ricorso contro il numero chiuso, dall’altra azioni individuali si registrano un po’ ovunque in Italia a causa del COVID-19.

Azioni individuali che alla fine si sono trasformate in azioni collettive come ci dimostra la storia riportata da Repubblica di una ragazza di Matera che risultata positiva al COVID-19 non ha potuto svolgere il test di Medicina 2020 e che pertanto ha contattato altri ragazzi nella sua stessa situazione in Italia e ha così fatto ricorso al Tar.

Test Medicina 2020: salta tutto con ricorsi?

È difficile, anzi impossibile, che venga annullato il test di Medicina 2020 ormai affrontato con i ricorsi che verranno. Non è successo per i ricorsi dovuti al numero chiuso come quello del Codacons di cui abbiamo detto, anche se i ricorsi per COVID-19 sono una novità.

Il test di Medicina 2020 ormai si è tenuto anche se è bene ricordare in piena emergenza sanitaria. Il ministero dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi ha annunciato una possibile nuova data per il test di Medicina 2020 per coloro che non hanno potuto parteciparvi perché positivi al COVID-19 o in quarantena, ma nessuna indicazione in merito è arrivata.

Al test di Medicina 2020 poi si aggiungono anche tutti gli altri corsi di laurea ad accesso programmato, come Infermieristica o Fisioterapia che prevedono allo stesso modo una prova di ammissione. Per le Professioni Sanitarie si è tenuta questa mattina.

Qualora dovesse tenersi nuovamente il test di Medicina 2020 per evitare ricorsi per COVID-19 cosa succederà alla graduatoria? Non possiamo rispondere a questa domanda, ma solo attendere indicazioni dal ministero.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories