Partite IVA e DL Sostegni: gli emendamenti per tagliare i costi fissi delle attività

Rosaria Imparato

14 Aprile 2021 - 16:12

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Tra gli emendamenti presentati al DL Sostegni l’obiettivo comune è quello di tagliare i costi fissi per le attività: dalla seconda rata IMU e la TARI per il settore turistico al bonus affitti, passando per l’esenzione Tosap e Cosap: vediamo quali sono le modifiche alla legge di conversione presentate in aiuto delle partite IVA.

Partite IVA e DL Sostegni: gli emendamenti per tagliare i costi fissi delle attività

Uno degli obiettivi che accomuna molti degli emendamenti presentati al DL Sostegni è quello di tagliare i costi fissi delle attività.

Sono oltre 2.800, per la precisione 2.852, gli emendamenti al decreto Sostegni depositati alle commissioni Bilancio e Finanze del Senato.

La maggior parte delle proposte arriva dalla maggioranza: ben 677 emendamenti sono di Forza Italia, mentre il PD ne ha presentati 449 e la Lega 203.

Il presupposto è quello di trovare un modo per alleggerire i costi fissi di partite IVA e attività in modo da dare un sostegno non solo con i contributi a fondo perduto, quindi con l’erogazione diretta di soldi, ma attraverso crediti d’imposta e sconti: vediamo quali.

Partite IVA e DL Sostegni: gli emendamenti per tagliare i costi fissi delle attività

Per aiutare le attività messe a dura prova ormai da oltre un anno tra misure restrittive e chiusure a singhiozzo, il Governo sta lavorando su due fronti. Da un lato c’è il nuovo decreto economico ancora in fase di scrittura, e che dovrebbe essere approvato nei primi giorni del mese di maggio.

Dall’altro lato c’è da lavorare sulla legge di conversione del DL Sostegni, da convertire entro 60 giorni dall’entrata in vigore (cioè il 22 marzo).

Nella legge di conversione del DL 41/2021 si lavora quindi a un alleggerimento che coinvolga i costi fissi delle attività a tutto tondo.

Lo sconto sulle bollette è già stato regolamentato da ARERA con la delibera approvata il 29 marzo.

Per quanto riguarda invece lo sconto sul canone RAI, un emendamento prevede di alzare dal 30 al 50% la riduzione per l’anno 2021 pagato dalle imprese.

Presentato anche un emendamento che propone di rinnovare il bonus affitto da gennaio fino ad aprile 2021 per la generalità delle imprese commerciali.

Partite IVA e DL Sostegni, tra gli emendamenti taglio su TARI e seconda rata IMU

Nella legge di conversione del DL Sostegni si lavora anche sul versante turistico e della ristorazione in particolare.

Sia il PD che la Lega hanno presentato emendamenti per chiedere la l’esenzione dalla seconda rata IMU.

La Lega ha poi chiesto, per tutto il settore turistico-alberghiero, anche lo stop della TARI.

Altri emendamenti riguardano l’azzeramento della Tosap e della Cosap per tutto il 2021.

Il problema è che a disposizione ci sono 550 milioni di euro, di cui almeno 50 milioni sono “prenotati” per i contributi a fondo perduto destinati alle società sportive dilettantistiche.

La coperta dei fondi, insomma, è corta: vedremo quali sono le misure che il Governo deciderà di coprire.

Argomenti

# Tasse
# IMU
# Tari

Iscriviti alla newsletter