Super cashback: come funziona il premio fino a 3.000 euro per i pagamenti elettronici

Super cashback, novità nel piano Italia cashless contro l’evasione fiscale: previsto un premio fino a 3.000 euro per i primi 100.000 cittadini che effettuano il maggior numero di transazioni con pagamenti tracciabili dal 1° dicembre 2020 al 31 maggio 2021: ecco come funziona.

Super cashback: come funziona il premio fino a 3.000 euro per i pagamenti elettronici

Super cashback, come funziona il premio per i pagamenti elettronici? Il presidente del Consiglio Conte ha dato alcune anticipazioni del piano allo studio del Governo: non solo il bonus bancomat, ma ci sarà un vero e proprio premio fino a 3.000 euro per le 100.000 persone che dal 1° dicembre 2020 fino a fine maggio 2021 avranno effettuato il maggior numero di transazioni elettroniche.

Questo premio andrà ad aggiungersi al bonus bancomat, basato anch’esso sul meccanismo del cashback, e che prevede un rimborso del 10% delle spese sostenute su base semestrale.

Il piano Italia Cashless del Governo continua spedito: lo scopo è convincere i cittadini a effettuare quante più spese possibili con bancomat, carta o altri mezzi di pagamento tracciabili, così da contrastare l’evasione fiscale.

Super cashback: come funziona il premio fino a 3.000 euro per i pagamenti elettronici

Continuano le anticipazioni sul piano Italia cashless: non solo il bonus bancomat, ma allo studio del Governo c’è un vero e proprio premio per chi effettua pagamenti elettronici.

Il bonus bancomat prevede un rimborso accreditato direttamente sul conto corrente del consumatore che fa acquisti con carta e bancomat (e altri mezzi tracciabili) su base semestrale di chi fa acquisti pagando con carta o bancomat.

È stato previsto anche un minimo di 50 transazioni: sarebbe troppo semplice arrivare alla somma dei 3.000 euro comprando, ad esempio, un paio di costosi elettrodomestici: per questo motivo è stato pensato un sistema più articolato, con una sorta di “raccolta punti”.

Il bonus ammonta al 10% degli importi spesi con mezzi tracciabili, fino a un tetto massimo di 3.000 euro: se il rimborso verrà erogato ogni sei mesi, la soglia massima sarà 1.500 euro a semestre.

Per ottenere il rimborso del bonus bancomat sul proprio conto corrente servirà scaricare l’app IO della Pubblica Amministrazione.

Per ora non ci sono limiti sulla tipologia di spesa, sono esclusi solo gli acquisti online.

Il secondo step del piano Italia cashless prevede un premio, appunto il super cashback, che ammonta a 3.000 euro per le prime 100.000 persone che nell’arco di 6 mesi, cioè dal 1° dicembre 2020 (quando dovrebbe partire il bonus bancomat, ma fino a che non verrà pubblicato il decreto attuativo il condizionale è d’obbligo) al 31 maggio 2021, avranno effettuato il maggior numero di transazioni con strumenti di pagamento tracciabili.

Super cashback e lotteria degli scontrini: gli incentivi ai pagamenti elettronici

Il super cashback va quindi a potenziare il bonus bancomat. Nell’intervista rilasciata alla Stampa il 24 settembre, il presidente del Consiglio Conte ha dichiarato:

“È una riforma su cui mi sono impegnato personalmente. Dal 1° dicembre è previsto un cashback, cioè un rimborso del 10% su quanto si spende, fino a una spesa massima di 3000 euro: più usi la carta e più guadagni. Ma non solo. Il famoso bonus befana, che da oggi si chiamerà super cashback, sarà di 3000 euro l’anno. Lo abbiamo ribattezzato così, perché – esattamente come il cashback – sarà rimborsato ogni sei mesi. I 100.000 cittadini che useranno maggiormente la carta – cioè faranno più transazioni a prescindere dalla cifra spesa – avranno un rimborso di 3000 euro l’anno.”

Ma non è finita qui: il piano cashless consente anche di partecipare alla lotteria degli scontrini. La partenza della nuova riffa di Stato è stata posticipata al 1° gennaio 2021, e ci saranno fino a 50 milioni di euro in palio solo per chi usa la moneta elettronica.

Inoltre, ci saranno fino a 5 milioni di euro in palio con la lotteria degli scontrini solo per chi usa la moneta elettronica.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories