Bonus bancomat, come funziona il rimborso e a chi spetta

Bonus bancomat 2020, secondo le ultime anticipazioni potrebbe servire l’app IO per avere il rimborso sul proprio conto corrente: vediamo come funziona il meccanismo di cashback e a chi spetta.

Bonus bancomat, come funziona il rimborso e a chi spetta

Bonus bancomat per i pagamenti elettronici, ma come funziona il rimborso con cashback e a chi spetta?

Specifichiamo che per il momento si tratta di anticipazioni, e per tutti i dettagli ufficiali bisognerà attendere il decreto attuativo sul cashback, con le regole scritte nero su bianco.

L’intenzione del Governo è quella di rendere operativo il bonus bancomat dal 1° dicembre, quindi tutte le istruzioni non dovrebbero tardare ad arrivare. Per ora pare che i rimborsi arriveranno direttamente sul conto corrente di chi fa acquisti pagando con carta o bancomat.

Bonus bancomat, come funziona il rimborso e a chi spetta

Continuano le anticipazioni sul bonus bancomat, l’incentivo che il Governo vuole attivo dal 1° dicembre 2020 per ridurre l’uso del contante e, di conseguenza, contrastare l’evasione fiscale.

Ma come funziona il rimborso? Secondo ItaliaOggi, i rimborsi verranno accreditati su base semestrale sul conto corrente di chi fa acquisti pagando con carta o bancomat.

Il bonus ammonta al 10% degli importi spesi con mezzi tracciabili, fino a un tetto massimo di 3.000 euro: se il rimborso verrà erogato ogni sei mesi, la soglia massima sarà 1.500 euro a semestre.

Per ora non ci sono limiti sulla tipologia di spesa, sono esclusi solo gli acquisti online.

Bonus bancomat, per il rimborso servirà l’app IO

Per ottenere il rimborso sul proprio conto corrente, secondo le ultime anticipazioni, servirà scaricare l’app IO della Pubblica Amministrazione (la stessa con cui si prenota il bonus vacanze: per accedervi è necessario lo SPID o la Carta d’Identità Elettronica).

Nella fase di registrazione si dovrà abbinare il proprio codice fiscale alle carte di credito, debito o applicazione di pagamento che si intende usare, indicare l’Iban su cui si vuole ricevere il rimborso e poi attivare il QRcode.

Il QRcode va mostrato al monento del pagamento: così l’acquisto è valido sia per il cashback che per la lotteria degli scontrini (la cui partenza è stata prorogata a gennaio 2021).

Dunque, il programma del Piano Italia Cashless continua a ritmi serrati: allo studio ci sono anche delle percentuali diverse di rimborso in base al numero e all’entità delle transazioni: intorno al 15% sulle piccole spese e del 10% per le altre, con tetto massimo di 3.000 euro all’anno.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories