Lotteria degli scontrini: cos’è e come funziona

La lotteria degli scontrini partirà il 1° gennaio 2020 in concomitanza con l’obbligo generalizzato di trasmissione telematica dei corrispettivi. Ecco cos’è, come funziona e novità contenute nella bozza del decreto fiscale 2019.

Lotteria degli scontrini: cos'è e come funziona

La lotteria degli scontrini partirà il 1° gennaio 2020 parallelamente all’obbligo di scontrino elettronico per tutti gli operatori IVA.

Cos’è e come funziona il nuovo gioco a sorte previsto dal decreto fiscale 2019?

Potranno partecipare alla lotteria degli scontrini tutte le persone fisiche maggiorenni residenti in Italia che effettuano acquisti di beni o servizi, fuori dall’esercizio di attività di impresa, arte o professione presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi.

Tali soggetti hanno la possibilità di partecipare all’estrazione a sorte dei premi previsti dalla lotteria degli scontrini.

La lotteria degli scontrini accompagnerà dunque l’avvio dell’obbligo dello scontino elettronico esteso a tutti i titolari di Partita IVA.

Questo è quanto si legge nella bozza del testo del decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019 in un’ottica anti-evasione orientata inoltre alla progressiva digitalizzazione di servizi e processi.

Cos’è la lotteria degli scontrini e come funziona

Per partecipare all’estrazione prevista dalla lotteria degli scontrini è necessario che i soggetti maggiorenni al momento dell’acquisto comunichino il proprio codice fiscale al venditore.

L’esercente dovrà poi trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati della singola cessione del bene o prestazione del servizio.

Con la possibilità di partecipare al gioco della lotteria degli scontrini dal 1° gennaio 2020, l’acquirente viene in tal modo incentivato a richiedere lo scontrino fiscale.

Si ricorda inoltre che proprio a partire dalla medesima data entrerà in vigore l’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi per tutti gli operatori IVA.

Riguardo le modalità di partecipazione alla lotteria degli scontrini, nella bozza del testo del decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019 si legge:

“Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, d’intesa con l’Agenzia delle Entrate, sono disciplinante le modalità tecniche relative alle operazioni di estrazione, l’entità e il numero dei premi messi a disposizione, nonché ogni altra disposizione necessaria per l’attuazione della lotteria.”

Lo scorso anno si era parlato di premi sotto forma di sconti fiscali e si era accennato anche all’ipotesi di una maggiore probabilità di vittoria nei casi di acquisti vengano effettuati con strumenti di pagamento tracciabili come bancomat o carta di credito.

Tuttavia per avere informazioni più dettagliate su come partecipare al gioco e su quali siano i premi in palio bisognerà attendere la pubblicazione del documento definitivo.

Viene inoltre stabilito dal decreto fiscale sopracitato che la lotteria degli scontrini non sarà soggetta al divieto di pubblicità per giochi e scommesse introdotto dalla legge di conversione del Decreto Dignità.

Lotteria degli scontrini e operatori IVA: istruzioni per la trasmissione dei dati

Per quel che riguarda gli operatori IVA la partenza della lotteria degli scontrini è prevista in concomitanza con l’obbligo generalizzato di trasmissione telematica dei corrispettivi al fine di consentire ai produttori dei registratori di cassa telematici di adeguare il software degli stessi per consentire l’invio dei dati all’Agenzia delle Entrate.

La trasmissione dei dati da parte degli operatori IVA non riguarda solamente il dato cumulato dei corrispettivi giornalieri, ma anche i dettagli della singola operazione, ovvero:

  • data;
  • importo;
  • modalità di pagamento;
  • codice fiscale del cliente.

Solamente tramite l’acquisizione dei dati sopracitati sarà possibile per l’Agenzia delle Entrate attuare i processi automatici di estrazione a sorte.

Inoltre, al fine di evitare una duplicazione degli adempimenti a carico dei soggetti che vendono farmaci, per tali operatori la proposta prevede la possibilità di ottemperare all’obbligo di trasmissione degli scontrini elettronici mediante gli strumenti e i canali tematici oggi utilizzati per l’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria.

In tale evenienza la trasmissione andrà effettuata giornalmente anziché mensilmente. L’anticipazione in linea con l’obbligo posto a carico degli altri operatori consentirà la partecipazione alla lotteria anche con riferimento alla spesa in esame.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Scontrino fiscale

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.