Sondaggi politici, crollo di Pd e Forza Italia: per Fratelli d’Italia e Meloni è boom di fiducia

Giacomo Andreoli

12 Novembre 2022 - 15:32

condividi

Secondo gli ultimi sondaggi politici il Movimento 5 Stelle avrebbe raggiunto o addirittura superato i consensi del Partito democratico, mentre la fiducia in Meloni è molto alta: circa al 60%.

Sondaggi politici, crollo di Pd e Forza Italia: per Fratelli d'Italia e Meloni è boom di fiducia

Il Partito democratico continua a perdere terreno a favore del Movimento 5 Stelle, mentre cresce in maniera molto forte il consenso per Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia. A registrare questa situazione sono gli ultimi sondaggi politici: in particolare una rilevazione di Demos e la supermedia Youtrend dei sondaggi settimanali. Secondo il primo il partito della presidente del Consiglio ad oggi otterrebbe addirittura il 28,8% dei consensi, mentre al secondo posto ci sarebbe la formazione guidata da Giuseppe Conte, che totalizzerebbe il 17,3% (in rialzo di oltre 2 punti percentuali rispetto al 25 settembre scorso). Il Partito democratico, quindi, sarebbe terzo con appena il 16,9% dei consensi (contro il 19% ottenuto alle ultime elezioni).

Poco diversa è la situazione registrata dalla supermedia, che vede Fratelli d’Italia balzare al 28,9% dei voti, contro il 16,9% a pari merito tra M5s e Pd. In tutto ciò rimangono molto staccati gli altri partiti, con i partner di maggioranza Lega e Forza Italia distanti dalla soglia psicologica del 10%.

Il primo è attorno all’8% e addirittura il partito di Silvio Berlusconi, che sembra il più instabile al governo, perché più distante politicamente da Giorgia Meloni, otterrebbe oggi solo il 6,6% dei voti, contro l’8% preso il 25 settembre. Complice di questo risultato virtuale, probabilmente, è la querelle proprio tra Berlusconi e Meloni, tra audio rubati e foglietti con scritte non lusinghiere per l’attuale numero uno di Palazzo Chigi.

Chi sono i leader politici più amati

Sul piano personale Meloni ha un consenso che appare sempre più solido. La fiducia nei suoi confronti, secondo Demos, oggi sfiora il 60%, oltre 5 punti in più rispetto a un mese fa. Poi c’è Emma Bonino, con un gradimento addirittura al 40%. Due donne al vertice della fiducia degli italiani, quindi, anche se chi mantiene il primato è Mario Draghi, che è un ottimo leader ancora per oltre il 70% degli intervistati, con un dato in crescita rispetto ad ottobre. Un segno tangibile che i cittadini non l’hanno dimenticato e che forse qualcuno lo rimpiange.

Subito dopo ci sono Antonio Tajani (sempre attorno al 40%) e quindi Giuseppe Conte e Matteo Salvini (vicini al 35% dei giudizi favorevoli). Seguono Berlusconi e Carlo Calenda, mentre è ancora più in basso il segretario dimissionario del Pd, Enrico Letta. Quest’ultimo rimarrà in carica fino al prossimo congresso che finirà a marzo 2023. Quindi ci sono Nicola Fratoianni, Angelo Bonelli e Matteo Renzi, mentre a chiudere la classifica dei leader più amati troviamo Beppe Grillo, i cui interventi sulla scena politica sono sempre più rari.

Quanto valgono le coalizioni oggi

Con questi numeri la maggioranza si conferma anche quella che ottiene più consenso tra gli italiani. L’intera coalizione di centrodestra, secondo i numeri di Demos e Youtrend è attorno al 44-45% dei voti (in linea con il risultato di settembre), contro il 23,5% del centrosinistra. In tutto ciò il terzo polo è anch’esso in calo e si attesta all’8%. Si tratta comunque di un dato al rialzo rispetto al 7,7% ottenuto alle scorse elezioni politiche. Quindi c’è il Movimento 5 Stelle, in evidente ascesa e almeno 1-2 punti percentuali sopra il dato di settembre.

Iscriviti a Money.it